www.mercomm.it/servizi
Boom di influenza
Fonte: Pexel

Boom d’influenza: il picco previsto a Natale. Bassetti: “è pandemia”

Boom influenza: tra il Covid e l’influenza di stagione non c’è tregua. 10 milioni gli italiani a letto da inizio autunno e ora si attende il picco a Natale. Il parere degli esperti.

Sono stati 1 milione gli italiani contagiati dal virus dell’influenza nell’arco di una settimana, con un impatto sul lavoro di 4,5 miliardi di euro. Sono questi i numeri che ora iniziano seriamente a preoccupare medici e personale sanitario.

Senza contare i costi del servizio sanitario messo sotto pressione (ad oggi l’accesso ai pronto soccorsi per i due virus è aumentato del 50%),  il costo delle medicine da pagare di tasca propria, o ancora la stessa reperibilità dei farmaci diventati in questi giorni sempre più difficili da trovare a causa dell’aumento dei contagi, con conseguente allarme lanciato dagli stessi farmacisti che chiedono alle persone di non fare scorte “inutili” così da evitare di sottrarre medicinali a chi ne ha davvero bisogno.

Il ritmo di crescita dell’influenza mai così virulenta da 10 anni, è di 1 milione di influenzati a settimana.

Da inizio autunno ad oggi son stati 4 milioni gli italiani costretti a letto dall’influenza. Un numero che, a detta degli esperti, potrebbe raddoppiare in questi ultimi giorni di dicembre. Il picco dei contagi infatti è atteso proprio a Natale.

8 milioni quindi il numero approssimativo di influenzati, a cui va aggiunto quello dei positivi da coronavirus per un totale di 10 milioni di persone contagiate.

Tra queste 6 milioni di adulti hanno dovuto prendere una media di 5 giorni di aspettativa dal lavoro; un numero che entro fine anno arriverà a contare, si stima, 30 milioni di giornate di lavoro perse.

Tutti malati, perché?

Le ragioni di questo picco di contagi, sia da Covid che da influenza, sono da riscontrare in due diverse motivazioni.

Per quanto riguarda il Coronavirus il motivo risiede nel completo flop della campagna vaccinale per la quarta dose (in questa settimana infatti le dosi sono calate del 23% e solo il 28% della popolazione over 60 risulta coperta) ragione per la quale la Federazione italiana medici di Medicina generale (Fimmg), per sopperire a questa mancanza e alle sue conseguenze, ha deciso di far tornare in auge le norme anticovid con mascherine ed igiene delle mani..

Per quel che concerne invece l’influenza, questo boom di contagiosità può essere dovuto al fatto che 2 anni di pandemia con le conseguenti precauzioni abbiano anestetizzato i nostri anticorpi e il nostro sistema immunitario che ora si trova indifeso e bisognoso di recuperare.

Quello che medici e personale sanitario auspicano è riuscire a tenere contenuto il periodo di picco del virus, confinandolo all’interno del periodo delle feste natalizie (quindi non oltre l’Epifania), così da poter far iniziare il prima possibile la discesa dei contagi e riportare la situazione sotto controllo entro l’inizio della prossima primavera

Boom di influenza: il parere degli esperti

I numeri di questa nuova influenza spaventano il direttore della Clinica Malattie del San Martino Matteo Bassetti, che ha dichiarato: 

“Guardando anche i dati degli altri paesi europei, la curva avanza in maniera verticale, a 90 gradi, è davvero impressionante”

Secondo il virologo si starebbe andando incontro ad una nuova pandemia: un mix di influenza stagionale e di australiana che risulterebbe letale per il nostro sistema sanitario.

Preoccupato anche Pier Luigi Lopalco, docente di Igiene presso l’Università del Salento, che ha definito questa nuova epidemia come “la peggiore del secolo” per  incisività e rapidità di diffusione.

Francesca Galleano

 

Ti può interessare anche:

Ospedali genovesi sotto assedio: serve un piano d’emergenza

Ospedali genovesi sotto assedio: serve un piano d’emergenza

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Lascia un commento

Liguria.Today