www.mercomm.it/servizi
Premio Lerici-Pea Glück
Louise Glück

Il Premio Lerici-Pea alla carriera alla Nobel Louise Glück

LA SPEZIA – “Grazie alla giuria e a tutti voi che vi siete riuniti qui oggi, non solo per questo onore ma anche per il dono che mi fate di leggermi in italiano, essere letta in altre lingue e paesi terzi dal mio mi è sempre sembrato un grande privilegio”.

Sono state queste, le prime parole assicurate in collegamento audio-visivo Louise Glück, tradotte in italiano, durante il conferimento del Premio Lerici-Pea alla carriera del quale la poetessa Premio Nobel 2020 per la Letteratura è stata insignita.

La cerimonia ufficiale aperta al pubblico si è svolta ieri 29 novembre, dalle 16.00, presso la sala consigliare della Provincia della Spezia di via Vittorio Veneto n. 2 e in collegamento streaming con il Consolato Generale Italiano di Boston, in diretta dalla pagina facebook del Premio.

Glück, poi, ha ringraziato il suo principale traduttore italiano, Massimo Bacigalupo, come anche la poetessa e traduttrice Bianca Tarozzi, ovviamente il suo agente, ma soprattutto gli editori di lingua italiana dei suoi componimenti: Il Saggiatore, Dante & Decartes e Giano.

La poesia è fatta di parole, quelle che più di altre escono e poi rientrano nel silenzio. Rileggendo le sue opere, sempre in contropiede e molto nuova, sempre sorprende. La libertà del poeta, premia la Nostra. E ne dice. Non esiste una definizione della poesia: è quello che il poeta fa; dopo fatto vediamo il fatto poetico”, ha rimarcato fra le altre cose lo stesso Bacigalupo, ricordando che nell’ex Belpaese si possono trovare 6 testi della poetessa newyorkese.

La 68° edizione del Premio Lerici-Pea Golfo dei Poeti 2022 ha chiuso così l’importante kermesse di eventi dedicati alla poesia, che hanno animato il bicentenario della morte di P. B. Shelley.

E che ha visto, fra gli altri momenti di grande spessore, l’assegnazione del Premio Lerici-Pea AngloLiguria a Simon Armitage.

Dopo i saluti istituzionali di Maria Luisa Inversini, prefetto della Spezia, hanno salutato: Pierluigi Peracchini, presidente della Provincia della Spezia, Leonardo Paoletti, sindaco del Comune di Lerici, Pier Gino Scardigli, presidente del Premio LericiPea Golfo dei Poeti, Andrea Corradino, presidente di Fondazione Carispezia, Cesare Perotti per Sanlorenzo Yacht, Anthony Deaton, Console per la stampa e la cultura del Consolato generale Usa a Milano e Arnaldo Minuti, Console Generale d’Italia a Boston.

Il dialogo con la poetessa premiata è stato curato sempre dal prof. Massimo Bacigalupo, emerito di letteratura americana all’Università di Genova, membro della Giuria del Premio. A coordinare l’evento, la solita Lucilla Del Santo, project manager del Premio LericiPea Golfo dei Poeti.

Pubblicando tredici raccolte poetiche unitarie dal 1968, Louise Glück – è riferito dalla motivazione del Premio – ha parlato con una voce unica ai connazionali statunitensi e ad un pubblico internazionale. Le sue poesie e sillogi sono caratterizzate da freschezza, passione, flemma, una semplicità espressiva che pure rivela una auscultazione dei minimi e complessi moti della coscienza. Infanzia, lutto, amore, natura, arte, mito sono vissuti al tempo presente ma con la consapevolezza che il contemporaneo ha radici profonde, che le nostre sensazioni e il nostro stupore nel mondo sono fenomeni di sempre, antichi come la storia umana. Con la perfezione ispirata dei suoi testi e racconti in versi, Glück ha aggiunto una nuova significativa pagina alla storia della lirica, rivelandone la capacità di rappresentare il mondo di oggi e di coglierne i segreti con l’assoluta libertà formale che è suo privilegio. Nessuno meglio di Louise Glück ha saputo raccontare le intermittenze del cuore umano sullo spartiacque di questi due millenni”.

Nunzio Festa

Ti può interessare leggere anche

Il Dante di Dalì alla Fortezza Firmafede di Sarzana

Il Dante di Dalì alla Fortezza Firmafede di Sarzana

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Nunzio Festa

Avatar photo
Nunzio Festa è nato a Matera, ha vissuto Pomarico e vive in Lunigiana. Collaboratore giornalistico del Quotidiano del Sud, Città della Spezia, Liguria Today, dell'Eco della Lunigiana e d'altri spazi cartacei e telematici – tra i quali Books and other sorrows di Francesca Mazzucato -, di RadioA, di RadioPoetanza, del Bollettino del Centro Lunigianese di Studi Danteschi, poeta, narratore e consulente editoriale, già editore, direttore di collane editoriali ed editor; ha pubblicato articoli, poesie e racconti su diverse giornali, riviste e in varie antologie: Focus-In, Liberazione, Mondo Basilicata, Appennino, Il Resto e altre testate. Per i Quaderni del Bardo ha pubblicato “Matera dei margini. Capitale Europea della Cultura 2019” e “Lucania senza santi. Poesia e narrativa dalla Basilicata”, oltre agli e-book su Scotellaro, Infantino e Mazzarone e sulle origini lucane di Lucio Antonio Vivaldi; più la raccolta poetica “Spariamo ai mandanti”, contenenti note di lettura d'Alessandra Peluso, Giovanna Giolla e Daìta Martinez e la raccolta poetica “Anatomia dello strazzo. D'inciampi e altri sospiri”, prefazione di Francesco Forlani, postfazione di Gisella Blanco e nota di Chiara Evangelista. Ha dato alle stampe per Historica Edizioni “Matera. Vite scavate nella roccia” e “Matera Capitale. Vite scavate nella roccia”; come il saggio pubblicato prima per Malatempora e poi per Terra d'Ulivi “Basilicata. Lucania: terra dei boschi bruciati. Guida critica.”. Più i romanzi brevi, per esempio, “Farina di sole” (Senzapatria) e “Frutta, verdura e anime bollite” (Besa), con prefazione di Marino Magliani e “Il crepuscolo degli idioti (Besa). Per le edizioni Il Foglio letterario, i racconti “Sempre dipingo e mi dipingo” e l'antologia poetica “Biamonti. La felicità dei margini. Dalla Lunigiana più grande del mondo”. Per Arduino Sacco Editore “L'amore ai tempi dell'alta velocità”. Per LietoColle, “Dieci brevissime apparizioni (brevi prose poetiche)”. Tra le altre cose, la poesia per Altrimedia Edizioni del libro “Quello che non vedo” (con note critiche di Franco Arminio, Plinio Perilli, Francesco Forlani, Ivan Fedeli, Giuseppe Panella e Massimo Consoli) e il saggio breve “Dalla terra di Pomarico alla Rivoluzione. Vita di Niccola Fiorentino”. Per Edizioni Efesto, “Chiarimenti della gioia”, libro di poesie con illustrazioni di Pietro Gurrado, note critiche di Gisella Blanco e Davide Pugnana. Per WritersEditor, la biografia romanzata “Le strade della lingua. Vita e mente di Nunzio Gregorio Corso”. nunziofesta81@gmail.com

Lascia un commento

Liguria.Today