Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne
Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: domani lo striscione sulla facciata del Palazzo di Regione Liguria e sabato gli eventi Wall of Dolls

In occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, la Liguria protagonista con iniziative in grado di coinvolgere tutta la comunità.

Regione Liguria e Wall of Dolls per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: si è svolta questa mattina presso la Sala della Trasparenza di Regione Liguria la presentazione delle due giornate dedicate all’evento.

Si inizierà domani, venerdì 25 novembre, con lo striscione srotolato sulla facciata del Palazzo di Regione Liguria con la scritta “Qui non c’è posto per la violenza #stopviolenceagainstwomen”.

L’intervento del Presidente Giovanni Toti

“Accanto alle vittime ogni giorno. Necessarie educazione e consapevolezza.”

Il grande striscione con la scritta “Qui non c’è posto per la violenza #stopviolenceagainstwomen” è un gesto simbolico – spiega il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – ma di grande impatto.

Un gesto che vuole far riflettere per confermare quanto Regione Liguria sia vicina e al fianco delle donne vittime di violenza non solo in questa giornata così importante per fare informazione e sensibilizzazione, ma tutti i giorni.

Nel 2021 sono stati 1198 i primi accessi negli 11 centri antiviolenza della Liguria, un dato in leggera crescita rispetto ai 1155 del 2020.

Il nostro obiettivo è prevenire la violenza di genere e diffondere la cultura del rispetto dei diritti, assicurando un sostegno alle vittime, con l’obiettivo di permettere loro un recupero della propria autonomia, materiale e psicologica”.

 

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti
Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti

Il Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne

“Nel 2022 sono stati quasi 900mila euro i fondi stanziati per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere.

Fondi in crescita rispetto al 2021, per il finanziamento dei Centri Antiviolenza e delle Case Rifugio già esistenti oltre al finanziamento degli interventi previsti dal ‘Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne’ – aggiunge Toti.

Quello della violenza di genere non è un problema che riguarda solo le donne, ma l’intera società e in particolare gli uomini.

C’è bisogno di accrescere la consapevolezza su questo punto, di una presa di coscienza: c’è un grande lavoro di educazione da fare.

Su questo fronte, c’è un dato su cui vale la pena riflettere: nel 2021 sono stati circa 200 gli uomini che si sono rivolti ai centri per il trattamento degli autori di violenza, e quasi 250 fino a oggi nel 2022.

Una cifra in crescita, ancora e sempre troppo bassa, ma anche un segno di una maggiore e più diffusa consapevolezza anche da parte di chi usa violenza, legata anche all’azione dei progetti messi in campo da istituzioni e associazioni e alle campagne di sensibilizzazione, e a una maggiore conoscenza dei centri per il trattamento degli autori di violenza e delle loro attività”.

I fondi erogati da Regione Liguria per centri anti violenza, case rifugio, per i progetti sulla violenza e per la prevenzione e sensibilizzazione nelle scuole nel 2022 ammontano a 892mila euro, l’anno precedente a 810mila.

Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne
Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

Wall of Dolls  Happening Pink

Wall of Dolls Onlus Liguria sarà presente con “Happening Pink” il 26 novembre in Piazza de Ferrari con l’evento annuale per contrastare la violenza sulle donne.

Dalle ore 14 alle ore 18,30 appuntamento in Piazza De Ferrari a Genova con musica, arte, moda e spettacolo.

Un appuntamento importante per dare  voce a testimonianze, interventi di associazioni, scuole, istituzioni ed enti pubblici e privati che da anni operano sul territorio.

“Wall of Dolls si conferma essere un punto di riferimento per i cittadini e le istituzioni nella battaglia contro la dilagante piaga della violenza di genere – dichiara l’assessore alle Pari Opportunità, Scuola, Università e Politiche Giovanili Simona Ferro.

In particolare ho apprezzato e condiviso l’iniziativa di sviluppare il progetto nelle scuole del municipio Medio Levante volto a sensibilizzare i ragazzi verso un cammino di cambiamento ideologico della figura femminile basato sul rispetto declinato in tutte le sue forme.

La scelta di comunicare tramite l’universalità dell’arte consente di raggiungere un numero maggiore di persone attraverso emozioni soggettive che non hanno bisogno di interpretazioni.”

 

 

I dati sono preoccupanti: ad oggi contiamo 100 femminicidi contro i 109 del 2021 e l’anno non è ancora finito. 

“Credo, anche se spiace dirlo visto che siamo nel 2022, che ci siano tanti, troppi retaggi culturali. La donna ha sempre più voglia di uscire da un certo clichè. Questa voglia di uscire, di apparire, a certi uomini proprio non va giù.

Voler uscire da sole con le amiche, farsi due risate, a certi uomini dà ancora fastidio ed è una cosa davvero molto triste.

Per questi motivi bisogna sensibilizzare i giovani, come facciamo attraverso Wall of Dolls.

Bisogna trasmettere loro il messaggio che “La donna non si tocca nemmeno con un fiore.”

 

“E’ un appuntamento  molto importante quello di sabato 26 novembre qui a Genova – spiega Barbara Bavastro Coordinatrice Wall of Dolls Liguria.

Dalle ore 14 saremo tutti protagonisti con Wall of Dolls e il Flash Mob in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Staremo insieme fino alle ore 18,30. Dalle 19,30 tutti insieme alle Cisterne del Ducale per l’evento privato.

Dobbiamo rimanere uniti e dimostrare a tutte quelle donne che non hanno il coraggio di farsi avanti di non sentirsi sole perchè c’è un gruppo, Wall of Dolls, pronto ad accoglierle.”

Il programma dell’evento

Significativa la presenza di un artista giovanissimo, il rapper Alla che si dice davvero contento di poter prendere parte ad un appuntamento così importante:

“Un evento, quello di Wall of Dolls,  che permette di avvicinare noi giovani ad un tema poco presente a scuola. Mi fa piacere partecipare anche come rapper in quanto i testi rap sono spesso accusati di essere testi misogeni e sessisti e non è così.”

Si preannuncia quindi un programma ricco di appuntamenti che vedrà susseguirsi momenti musicali con il flash mob di danza e la coreografia di Cindy Giuffrida.

Le esibizioni di Perfect Life Choir, Aax Donnel, Ranzy, Whiteshark, Alla, Rossaluna Duo, i dj set con Loira Linda, Ekaterina e Brigitta Koksis.

Ranzy presenterà il suo ultimo brano Diamante il 25 novembre a Milano sempre per Wall of Dolls presso il Muro delle Bambole di Via de Amicis, mentre la sera si esibirà a Voghera per la Croce Rossa.

 Seguiranno momenti di condivisione con le testimonianze di Maria Antonietta Rositani, Sadia, Nusrat Mollik.

Partecipano le associazioni e gli enti presenti sul territorio: Cerchio delle Relazioni Mascherona, Cives, White Dove, B.A.C.A., Croce Rossa Italiana, Carta dei diritti della bambina.

Sarà poi la volta degli studenti con la presenza dell’Istituto Comprensivo Albaro A.G. Barrili e l’Istituto di moda Burgo.

Per lo sport ci sarà il contributo della Squadra Femminile Pallanuoto Società Locatelli e per l’arte è prevista la presenza degli artisti Federico Fourment, Ilaria Petriglia, Andrea Corbino, Hosseini Homeyra.

Presenta l’evento Liliana Ruocco.

WALL OF DOLLS

Wall of Dolls e’ un’installazione permanente, nata a Milano ideata e voluta da Jo Squillo.

Ricreata poi in diverse città d’Italia tra cui Genova dove nasce nel 2016 a ridosso di Piazza de Ferrari per volontà e collaborazione tra Jo Squillo, Wall of Dolls ONLUS, Regione Liguria, Comune di Genova e Ordine degli Infermieri di Genova OPI.

Negli anni questa installazione di forte impatto ha suscitato sempre più interesse e ha visto sempre più figure coinvolte.

Università, istituzioni, associazioni, servizi, studenti, cittadini; tutti uniti dall’obiettivo comune di dire No alla violenza contro le donne.

Gli eventi in piazza hanno uno scopo trasversale: attraverso l’arte, la musica e lo spettacolo si crea sensibilizzazione, si fa rete, si informa sulle prese in carico, si parla a tutta la popolazione – soprattutto ai giovani – e si utilizza un linguaggio universale favorendo una presa di coscienza.

A Genova Wall of Dolls è presente presso la sua sede in Via Aurora 8R, Boccadasse. 

INFO

Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Dott.ssa Barbara Bavastro barbara_bavastro@yahoo.it / 3455402885 

Vice Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Avv. Cristina Zunino zunino@zuninopicco.com / 3474355072 

Sportello d’ascolto Liguria: 3756700767

Rosella Schiesaro

Ti può interessare anche>Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: il 37% non dispone di un conto corrente, la violenza economica è un fenomeno diffuso e il lavoro non è per tutte

 

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today