Roberto Maroni
Roberto Maroni

E’ morto Roberto Maroni, una vita dedicata alla politica: il cordoglio del Presidente Meloni e degli esponenti di tutti i partiti

Addio a Roberto Maroni ex ministro dell’Interno

E’ morto stanotte alle 4 nella sua abitazione di Lozza: Roberto Maroni aveva 67 anni.

Malato da tempo, ha trascorso gli ultimi mesi sempre accanto alla sua famiglia che oggi lo ricorda così:

“Questa notte alle 4 il nostro caro Bobo ci ha lasciato. A chi gli chiedeva come stava, anche negli ultimi istanti, ha sempre risposto ‘bene’.

Eri così Bobo, un inguaribile ottimista. Sei stato un grande marito, padre e amico.

Chi è amato non conosce morte, perché l’amore è immortalità, o meglio, è sostanza divina (Emily Dickinson). Ciao Bobo.”

Il cordoglio del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni

Cordoglio da tutto il mondo politico. “Sono profondamente colpita dalla notizia della scomparsa di Roberto Maroni. Un amico, un politico intelligente e capace che ha servito le Istituzioni con buonsenso e concretezza.

Il Governo esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai suoi cari in questo momento difficile” scrive la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

 

Roberto Maroni con il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni
Roberto Maroni con il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni

 

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ricorda Maroni su Instagram:

“Apprendo con profondo dolore della scomparsa di Roberto Maroni, un amico, più volte autorevole ministro dei miei governi, già segretario della Lega Nord e valido governatore della Lombardia

Mancheranno la sua lucidità e la sua visione politica, il suo incommensurabile attaccamento alla Lombardia ed alle regioni del Nord produttivo. Mi stringo al dolore dei suoi cari e degli amici della Lega.”

Il ricordo del presidente Giovanni Toti

Così ha ricordato l’ex ministro Maroni il presidente Giovanni Toti: “Caro Roberto, in Liguria non scorderemo i tuoi consigli e l’aiuto generoso che ci hai dato all’inizio della nostra amministrazione.

La tua voglia di cambiare in meglio il nostro Paese è stata contagiosa per molti. E se un giorno festeggeremo quella autonomia che hai sempre voluto e per la quale ti sei sempre battuto, tanto merito sarà tuo. Ciao Bobo.”

 

Roberto Maroni con Giovanni Toti
Roberto Maroni con Giovanni Toti

 

Roberto Maroni ha vissuto con Umberto Bossi la nascita e l’affermazione della Lega, fin dal lontano 1979. Bossi diceva di loro: “Roberto è il papà della Lega, io ne sono la mamma” 

Ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio nel 1994, ministro del Lavoro nel 2001 e ancora ministro dell’Interno nel 2008 sempre con Silvio Berlusconi presidente del Consiglio.

Dal 2013 al 2018 ha concluso la sua carriera politica in qualità di presidente della Regione Lombardia.

Desiderava concorrere alla candidatura di sindaco di Varese nel 2021, ma ha poi dovuto rinunciare per motivi legati al suo stato di salute.

“Grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre. Buon vento Roberto”.

Questo il messaggio del segretario della Lega e ministro dei Trasporti Matteo Salvini.

Anche gli esponenti dei partiti dell’opposizione lo ricordano con stima ed affetto. 

Le parole di Letta, Calenda e Serracchiani

Su Twitter il messaggio di Enrico Letta: “Tanti ricordi e tanti confronti. Sempre pieni di rispetto e di sostanza. Che tristezza. Ci mancherai. Ti sia lieve la terra Roberto.”

“Ciao Bobo. È stato bello conoscerti, è stato bello incrociare il tuo sorriso, è stato bello essere avversari ma collaborare sempre. Un abbraccio alla tua famiglia. Che la terra ti sia lieve”, così su Twitter Matteo Renzi.

Al quale si aggiunge Carlo Calenda: “Al di là delle differenze politiche, è stato un vero uomo di Stato. E in Italia non è cosa da poco.”

Debora Serracchiani, capogruppo del Partito democratico alla Camera, esprime “vicinanza alla sua famiglia e alla Lega.”

Il legame con la Liguria

Fedele frequentatore della Liguria, Roberto Maroni era particolarmente legato a Varazze dove si recava spesso nella sua casa ai Piani d’Ivrea.

Appassionato velista amava trascorrere le sue vacanze al mare dove tutti lo ricordano come una persona estremamente gentile e disponibile.

Studi classici, una laurea in giurisprudenza, amante della musica e della vela, Maroni è sempre stato apprezzato per la sua visione politica lucida e decisa.

Il suo ultimo impegno un libro a quattro mani con Carlo Brambilla, Il Viminale esploderà: un thriller fantapolitico dal titolo decisamente evocativo.

 

Photo Credit Copertina La prealpina

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today