www.mercomm.it/servizi
triplendemia

Ema e Oms in allarme: in arrivo la triplendemia

L’arrivo della stagione fredda equivale a nuovi malanni e virus che da qui a poco troveranno terreno fertile soprattutto in bambini e anziani. Gli esperti parlano di triplendemia ormai alle porte. Ossia, tre virus che conviveranno contemporaneamente: il Covid, l’influenza e il virus respiratorio sinciziale.

 

L’hanno chiamata “triplendemia” ed è il nuovo scenario influenzale che nei prossimi mesi avvolgerà l’Europa. Covid, influenza e Rsv (il virus respiratorio sinciziale che sta colpendo forte soprattutto negli USA) saranno il “terrore” dell’inverno ormai alle porte.

Il timore per questi tre virus in azione, sono i numeri in ascesa di malati e gli alti costi sociali da sostenere.

L’allarme arriva proprio dagli Stati Uniti: l’autunno sta creando lo scenario adatto per la diffusione di questi tipi di virus.

L’Rsv – che colpisce soprattutto i bambini – può causare bronchioliti e affezioni bronchiali. E nei casi più estremi anche il decesso del paziente.

Lo ha spiegato il virologo Giovanni Maga direttore del Cnr di Pavia, che ha anche aggiunto che sistemi di prevenzione dall’Rsv non esistono e negli ospedali sono già arrivati i primi casi.

Per l’influenza – sempre secondo il virologo – l’apice sarà invece da dicembre a febbraio.

L’allarme lanciato dall’Ema

Ema – L’Agenzia europea per i medicinali – ha già lanciato l’allarme contagio.

Si aspetta infatti che, insieme all’RSV, circoleranno a braccetto anche il virus del Covid e dell’influenza.

Marco Cavaleri, capo della strategia vaccinale dell’Ema invita i soggetti fragili a vaccinarsi:stiamo seguendo con attenzione le nuove sottovarianti del virus. Dovremo considerare l’adattamento dei vaccini solo quando la differenza tra i ceppi in circolazione e la composizione dei vaccini stessi diventi rilevante”.

Molto probabile il contagio: La possibilità di contrarre le tre patologie non è delle più insignificanti, e questo deve essere oggetto di molta attenzione. I bimbi soprattutto non sono vaccinati contro la SARS- COV-2 e lo sono poco contro l’influenza, il cui vaccino è raccomandato soprattutto perché in scuole e asili è facile infettarsi“.

Cavaleri mette in guardia per l’andamento epidemiologico delle prossime settimane.

Ultimamente i casi di Covid erano in crescita, poi si erano stabilizzati, ma adesso stiamo entrando in un periodo a rischio, con possibili nuove varianti e visto che sono state tolte le misure di prevenzione nelle scuole, dobbiamo aspettarci un’ulteriore diffusione di SARS- CoV-2” ha detto.

L’OMS intanto invita a vaccinare i bambini contro entrambi i virus:La potenziale circolazione di Covid e influenza stagionale metterà le persone vulnerabili a maggior rischio di malattie gravi e morte, con la probabilità di una maggiore pressione sugli ospedali. Dobbiamo evitare l’onere di questa co-circolazione sui nostri sistemi sanitari insieme alle misure di salute pubblica. La vaccinazione rimane uno dei nostri strumenti più efficaci contro entrambi i virus“.

Ricordiamo che in Liguria è già attiva la campagna di vaccinazione anti-influenzale. Per saperne di più clicca qui.

 

Francesca Galleano

 

Ti può interessare leggere anche:

Ritorno dei medici no vax: Puglia, Campania, Emilia contrarie. Liguria divisa

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Lascia un commento

Liguria.Today