Seguici su google news
barista barman bartender
Foto di Helena Lopes by Pexel

Suggerimenti per diventare barista, barman o bartender e trovare lavoro

Per lavorare in maniera autonoma e con risultati eccellenti all’interno di bar, ristoranti e locali notturni è richiesta una formazione professionale adeguata.

Ogni drink ha una sua ricetta che deve essere conosciuta, appresa e rispettata. E nei locali dove più spesso c’è la fila per ordinare da bene, è probabile che ci sia un barman o una barlady che ha studiato e che è capace di interpretarla al meglio.

Chi vuole svolgere con successo questo genere di professione non può lasciare grande spazio all’improvvisazione.

Per imparare a miscelare i cocktail con precisione e secondo le regole previste bisogna infatti essere preparati e studiare presso scuole o associazioni professionali. Fare gli autodidatti, magari seguendo qualche video su YouTube, non è quindi sufficiente.

Per diventare barman o baristi professionisti – spiegheremo poi le differenze ­– la scelta migliore dovrebbe ricadere sul conseguire il diploma di scuola alberghiera. In alternativa, alcune federazioni di settore come la FIPE (sigla che sta per Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e realtà di successo come la Mixology Academy propongono periodicamente dei corsi di formazione professionalizzanti di varia durata, in ambito sia regionale sia provinciale.

Una volta conseguito l’attestato, inizia per molti il processo di ricerca di un’occupazione. L’impresa potrebbe rivelarsi più semplice se si guarda alle offerte di lavoro disponibili nell’ambito di una grossa metropoli come Milano, città ricca di opportunità legate alla movida e a uno scenario notturno decisamente vivace. Per semplificare le operazioni di ricerca esiste oggi la piattaforma camerieri.it, punto di riferimento con interessanti offerte di lavoro nei bar di Milano.

Vediamo allora quali sono le principali differenze tra la professione di barista e quella di barman (o, come si precisava in apertura, di barlady) per avere ben chiari i ruoli e le posizioni a cui candidarsi.

Con il termine “barista” si fa generalmente riferimento alla figura professionale che prepara le bevande e che somministra i prodotti di caffetteria presso bar, hotel, ristoranti o servizi di catering. Il termine “barman” definisce invece un professionista che ha il compito di preparare drink e cocktail e che trova principalmente impiego all’interno di discoteche, locali notturni, bar e pub.

A completamento dell’informazione, può essere utile citare anche la figura del bartender. In questo caso, la parola vuole indicare una sorta di barista che si occupa di caffetteria e miscelazione, ma con un approccio generalmente più ricercato rispetto a quello del barista

 

Ti può interessare leggere anche

Del saper…bere!

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today