Seguici su google news
Rientro a scuola studenti liguri
Studenti in classe

Rientro a scuola per gli studenti liguri: si torna in classe senza mascherina

Tornano sui banchi di scuola gli studenti liguri. Si apre ufficialmente, questa mattina, l’anno scolastico 2022-2023, il primo – dopo due anni di pandemia – a segnare un ritorno alla normalità.

Circa 8 milioni di ragazzi rientrano in classe senza più l’obbligo di indossare dispositivi di protezione. Niente distanziamento, si torna ad avere il compagno di banco. Basta DAD (Didattica a Distanza), che sebbene utile durante il periodo emergenziale per mantenere la continuità didattica, ha anche creato non pochi disagi.

Anno nuovo, vita nuova. Si torna a guardarsi in faccia, a studiare fianco a fianco, a confrontarsi con compagni e professori e a socializzare dal vivo.

Finalmente gli studenti potranno riappropriarsi della loro vita scolastica e ricominciare a progettare il loro futuro.

E’ un inizio davvero importante quello di oggi: la campanella suona per circa 8 milioni gli studenti che tornano finalmente sui banchi di scuola, dicendo addio a lezioni telematiche e relazioni virtuali.

Purtroppo anche per questo anno scolastico, come già avvenuto nello scorso biennio, si registra un lieve calo di iscrizioni. Sono infatti 7.407.000 gli studenti regolarmente iscritti, di questi 277.840 hanno disabilità. Le classi sono 368.656.

Nel periodo della pandemia è stata registrata, infatti, una perdita di 220 mila studenti e 3000 classi. Mentre sono aumentati gli alunni con disabilità, che sono quasi 22 mila in più.

Il problema delle classi pollaio permane, ma solo alle superiori. Negli ordini inferiori, invece, si registra invece un calo della frequenza scolastica sempre più accentuato.

L’Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori (Anief) denuncia che negli ultimi 15 anni sono stati persi circa 800 mila alunni. Un dato derivante sia dal calo demografico generale, sia dall’aumento della dispersione scolastica.

 

Studenti in classe

 

Rientro a scuola per gli studenti liguri: le novità del post pandemia

Sono stati due anni difficili per tutti, quelli appena trascorsi. Ma lo sono stati ancora di più per la moltitudine di giovani studenti che hanno davvero patito questo lungo periodo di isolamento forzato.

In questi 48 mesi si è riscontrato tra i giovani un aumento della propensione alle dipendenze, come quella del gioco d’azzardo, dei videogiochi e della pornografia.

Fortunatamente tutto questo sta per finire. Quest’anno si torna in classe senza più restrizioni.

Addio al distanziamento e alle mascherine, ma soprattutto addio alla Dad. Ripartono anche le gite, per la gioia degli studenti. 

Insomma, in questo anno scolastico 2022-2023 si assisterà ad un concreto ritorno alla normalità.

Anche se è già previsto un stop appena dopo pochi giorni dall’inizio per lo svolgimento delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre.

 

 

Foto Tuttoscuola e Il Gazzettino di Sicilia

 

Ti può interessare anche>Scuola: assunzioni per asili nido e scuole d’infanzia

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today