Seguici su google news
sindaci Val di Vara
Allevamenti di bovini in Val di Vara

I sindaci della Val di Vara a sostegno degli allevatori del territorio

VAL DI VARA – Il Sindaco di Beverino, Marco Cosini, il sindaco di Borghetto Vara, Stefano Coduri, il sindaco di Brugnato, Corrado Fabiani, il sindaco di Calice al Cornoviglio, Mario Scampelli, il sindaco di Carrodano, Piero Mortola, il sindaco di Pignone, Ivano Barcellone, il sindaco di Riccò del Golfo, Loris Figoli, il sindaco di Rocchetta Vara, Roberto Canata, il sindaco di Sesta Godano, Marco Traversone e il sindaco di Zignago, Simone Sivori uniti per un appello all’Asl.

Innanzitutto per chiedere maggiore collaborazione e un nuovo confronto. In pratica la giusta considerazione degli allevatori della vallata che amministrano.

La protesta dei giorni scorsi contro l’eccessivo rigore nei confronti delle aziende zootecniche di piccole o piccolissime dimensioni – scrivono i primi cittadini dei comuni della Val di Vara – diffuse nel nostro entroterra ha visto la replica (non firmata) della direzione aziendale di Asl 5, nel senso che si farebbe precisa applicazione della legge, senza alcuna volontà punitiva.

La svolta di ieri – è quindi aggiunto nella nota – nella questione dei cinghiali rinchiusi nel Parco della Maggiolina dimostra che della legge può farsi applicazione in modi diversi. Prima era obbligatorio abbatterli, ora è invece possibile ricollocarli, evitando di urtare la sensibilità degli animalisti che si sono presi a cuore la sorte di quegli animali. Viene dunque da chiedersi – è però l’appunto davvero polemico – perché in alcuni casi (i nostri allevatori) la legge possa essere applicata solo in chiave repressiva e sanzionatoria mentre in altri (i cinghiali) essa consenta interpretazioni secondo la ragionevolezza ed il sentire comune“.

L’equiparazione, il paragone, fra cinghiali e allevatori continua.

Forse a nessuno importa la sorte di famiglie che sopravvivono di piccolo allevamento? Forse sfugge l’importanza della loro presenza sul territorio, per la manutenzione delle aree interne e per la produzione di alimenti di qualità e di prossimità? Nessuno coglie la rilevanza sociale ed anche culturale di queste piccole realtà che spesso esistono da generazioni e perpetuano antichi saperi e tradizioni? Forse queste persone sono meno importanti di quei nove cinghiali che hanno messo in movimento la macchina amministrativa e politica dalle fondamenta ai vertici?“.

Dopo le domande retoriche, ecco le richieste dei sindaci dell’area: “I responsabili della sanità animale di Asl 5 che ora sovraintenderanno al salvataggio dei cinghiali alla Spezia sembrano non interessarsi minimamente al salvataggio di centinaia di piccoli allevatori, primeggiando sul fronte delle sanzioni irrogate con un’efficienza che non trova eguali quando ad esempio dovrebbero farsi carico di altre questioni, come le colonie feline ed il problema della sterilizzazione, quasi totalmente trascurato. I temi infatti sono numerosi e riguardano anche quei territori nei quali la presenza di attività zootecnica non ha dimensioni significative: per questo, i sindaci che qui si sottoscrivono chiedono un ulteriore confronto con i vertici degli uffici competenti, che potrà tenersi, come già in passato, presso il Comune di Sesta Godano“.

E l’augurio: “Con la speranza che venga infine condivisa una prospettiva di cooperazione tra le istituzioni interessate che si incentri sul rispetto della normativa ma anche delle persone, sul controllo delle attività zootecniche ma anche sulla loro salvaguardia, sulla tempestività e l’efficienza degli interventi laddove necessari ed in generale sul dialogo, più che sull’irrogazione di sanzioni“.

Nunzio Festa

 

Foto di copertina: Biodistretto Val di Vara

 

Può interessarti leggere anche

“A colazione col sindaco”: ripartono gli incontri con i cittadini nelle delegazioni di Genova

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today