Seguici su google news
Parco della Maggiolina animalisti
Cinghiali al Parco della Maggiolina

Il Presidente Toti oggi al tavolo di confronto per decidere sui cinghiali del Parco della Maggiolina

Atteso oggi pomeriggio il tavolo di confronto

Il Presidente Giovanni Toti due giorni fa aveva ufficializzato la notizia: no all’uccisione dei cinghiali del Parco della Maggiolina. Amara e Perla con i loro sette cuccioli possono tirare un respiro di sollievo.

Il prossimo passo importante sarà oggi alle ore 17: un tavolo di confronto con i rappresentanti della Asl di La Spezia, il sindaco Pierluigi Peracchini, il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, il Commissario straordinario per la peste suina Angelo Ferrari e la LAV (Lega anti vivisezione)

Occorre infatti prima accertare la negatività dei cinghiali al virus della peste suina: LAV ha ottenuto di poter affiancare un proprio veterinario di fiducia a quelli indicati dalla ASL.

Poi, si potrà finalmente procedere al trasferimento della famigliola. Amara, Perla e cuccioli – se tutto filerà liscio come si spera – potranno lasciare il Parco della Maggiolina.

Obiettivo: una nuova casa, il rifugio dell’etologo Francesco De Giorgio, indicato già nei giorni scorsi da LAV come luogo idoneo per il soggiorno degli animali. LAV garantirà il loro mantenimento.

 

L’appello della Sfattoria degli Ultimi

Primo step gli accertamenti sanitari

Il passo decisivo sarà quindi l’accertamento della presenza o meno del virus della peste suina.

Le tante associazioni ambientaliste che da due settimane seguono la vicenda, saranno ovviamente al Parco della Maggiolina per monitorare le operazioni.

Sarà inoltre presente un veterinario della LAV che affiancherà i colleghi della ASL.

I cinghiali saranno sedati per effettuare il prelievo, operazione questa assolutamente necessaria per escludere la presenza del virus.

Quel che è certo è che associazioni ambientaliste e cittadini hanno intenzione di continuare a seguire attentamente tutte le fasi della vicenda.

Il Presidente Toti ha escluso l’abbattimento

L’aspetto positivo è che si è passati dalla condanna a morte dell’Ispra, Istituto Superiore per la protezione ambientale, all’annuncio del Presidente Giovanni Toti.

Toti proprio due giorni fa ha infatti escluso l’abbattimento degli animali, ma ha altresì disposto i controlli nell’interesse della salute pubblica.

Patrizia Prestipino, deputata del Pd, segue la vicenda e si dice soddisfatta del tavolo di confronto in agenda oggi.

“Il Commissario Straordinario per la peste suina Angelo Ferrari si è mostrato alquanto disponibile. Se oggi ci sarà l’ok della Regione e gli animali dovessero essere in salute, questi potranno essere spostati in un rifugio promosso dalla Lav e non rischieranno più la vita.”

Si chiede anche su più fronti di chiarire le normative inerenti gli animali selvatici.

Non rientrando negli animali d’affezione ogni regione può infatti stabilire norme in proposito e optare anche per l’abbattimento. Questa grave lacuna è sicuramente da colmare, come suggerito dalle associazioni ambientaliste e dai cittadini.

A questo punto è necessario attendere il tardo pomeriggio di oggi per conoscere l’esito del tavolo e il destino di Amara, Perla e i loro sette bellissimi cuccioli.

L’arrivo dei cinghiali al Parco della Maggiolina

La loro storia è iniziata intorno all’8 agosto ed ormai ha richiamato l’interesse dell’opinione pubblica. La vicenda si è andata ad affiancare a quella dei cinghiali della Sfattoria degli Ultimi a Roma.

 Infatti in questi giorni Emanuele Zacchini della Sfattoria è giunto di persona a La Spezia per dare il suo appoggio al salvataggio degli animali.

“Sono animali bellissimi – interviene Emanuele Zacchini – e sono fiducioso. Mi auguro che tutti gli sforzi profusi da associazioni e cittadini portino ad un lieto fine. Il tavolo di confronto di oggi è importantissimo ed attendiamo con ansia gli sviluppi.”

 

Ti può interessare anche>Il Presidente Toti sui cinghiali della Maggiolina: “Tenere conto dei sentimenti e dei rischi”, ma la LAV ribadisce di aver già presentato una soluzione

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today