Seguici su google news
Cinghiali al Parco della Maggiolina

“Toti mettiti una mano sul cuore”: Andrea Cisternino e il suo appello per i cinghiali del Parco della Maggiolina

Al macello i cinghiali del Parco della Maggiolina.

L’Ispra, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, non vuole salvare i cinghiali del Parco della Maggiolina.

Chiede pertanto che vengano portati via e macellati. Una decisione che arriva dopo giornate di intense attività volte a sensibilizzare le istituzioni per salvare questi cinghiali.

Una famigliola che era scesa in città per bere e che poteva fare rientro tranquillamente nel suo habitat. 

Pare invece che una pattuglia di carabinieri, dopo averli intercettati, li abbia rinchiusi all’interno del parco e condannati, di fatto, a morte.

L’appello di Andrea Cisternino al Presidente Toti

Scende di nuovo in campo Andrea Cisternino, fotografo e personaggio pubblico da 11 anni residente a Kiev.

Nella città ucraina Cisternino ha messo su il rifugio Italia KJ2 che accoglie ben 400 animali tra cani, gatti ed altre specie salvati in questi 10 anni di permanenza.

Presente in questi giorni a Roma per aiutare i proprietari della Sfattoria degli Ultimi a salvare i 140 ospiti, oggi Cisternino lancia un appello via Facebook per salvare i cinghiali rinchiusi al Parco della Maggiolina di La Spezia.

 

 

“Da tre giorni in Italia sono qui a testimoniare i gesti di crudeltà contro gli animali.

Chiedo al presidente Toti – che pare non si faccia sentire – di tornare ad essere umano e di mettersi una mano sul cuore.

Che faccia una  cosa civile perché stiamo assistendo in Italia a gesti incivili nei confronti degli animali.

Siamo anche in campagna elettorale – ricorda Cisternino – si danno sempre messaggi negativi. Facciamo invece vedere ai nostri figli che questi animali non sono carne.

La violenza è diventata la normalità. E lo stiamo facendo anche con la Sfattoria degli Ultimi.

Bisogna abbatterli per forza? Non si possono fare degli esami per stabilire il loro stato di salute e poi trasferirli altrove?

“E poi diciamo una volta per tutte che la colpa non è dei cinghiali, ma della lobby della caccia. Sono stati i cacciatori ad importare dalla Slovenia una tipologia di cinghiali molto più forti e più prolifici. Smettiamola anche di togliere ai cinghiali tutti i loro habitat: è questo comportamento a creare problemi.”

Intanto sulle pagine social di varie associazioni ambientaliste si ripetono gli appelli alla mobilitazione per organizzare proteste e monitoraggi di quanto sta avvenendo nel Parco.

Si moltiplicano anche le “minacce” di denunce penali qualora non ci fosse un reale rispetto delle normative vigenti in materia.

A questo punto non resta che aspettare il Presidente Toti, invocato da più parti, per conoscere il destino di questa famigliola di cinghiali di fatto condannata a morte.

 

Ti può interessare anche > Andrea Cisternino dal Premio Camogli alla Sfattoria degli Ultimi: “Vi facciamo vedere cos’è il vero animalismo”

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today