Seguici su google news
La Sfattoria degli Ultimi

“Salviamo la nostra famiglia, la famiglia di tutti gli italiani”: l’appello disperato di Emanuele Zacchetti della Sfattoria degli Ultimi

Emanuele Zacchetti, proprietario con Paola Samaritani della Sfattoria degli Ultimi, è seriamente provato dall’alternarsi di notizie che si susseguono in questi giorni.

“Ieri sera ci hanno tolto un giorno e mezzo per presentare tutta la documentazione completa. Siamo vicini alla violazione del diritto di difesa.

Sebbene non sia stato accertato nessun focolaio o qualcosa di riconducibile alla peste suina, il TAR dà piena libertà alla ASL di fare ciò che meglio crede.”

Così spiega Emanuele Zacchetti in una delle sue dirette Facebook

“Che poi significa fare accertamenti o procedere con l’abbattimento. Questo dice il provvedimento.

Qui alla Sfattoria degli Ultimi da un mese viviamo momenti assurdi che non si possono raccontare.

Questo continuo saliscendi è inaccettabile: c’è qualcosa si non chiaro, questa incertezza che ci sta logorando.

Chiedo aiuto per comprendere il prossimo passo della ASL. I nostri animali non sono più protetti da nessuna sospensiva. Vi chiedo quindi il massimo del supporto.”

Dove sono Gualtieri e Zingaretti?

Zacchetti lancia un appello alla politica, consapevole che quanto sta accadendo alla Sfattoria coinvolge ormai centinaia di migliaia di cittadini.

“Chiediamo una risposta politica al sindaco di Roma Roberto Gualtieri e al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Sono ormai centinaia di migliaia le persone che stanno vivendo malissimo questa vicenda.

Purtroppo abbiamo già avuti la prima vittima: Giulia, che seguiva da casa le vicende della Sfattoria. Quando ha saputo del rifiuto del ricorso, ha avuto un infarto e in serata è morta.

Giulia, malata oncologica, non ha retto alla notizia. E’ di fatto la prima vittima della Sfattoria.

Personalmente è un mese che non riesco a dormire, ho già perso dieci chili.

Vi chiedo una mobilitazione per salvare questi animali. Sono animali d’affezione, sani, microchippati, vivono al sicuro all’interno di una doppia recinzione.

Sono la mia famiglia, la nostra famiglia e ormai la famiglia di tutti gli italiani.

STOP al consumo di carne e salumi

Sulla pagina di Animal Liberation è comparso anche un appello differente, ma sicuramente efficace, per andare incontro alla Sfattoria: STOP alla carne!

 

Animal Liberation

 

Il consumatore ha sempre dalla sua parte il potere di orientare determinate scelte.

Sappiamo bene che richiedere di non comprare carne e salumi potrebbe diventare un segnale concreto per manifestare il dissenso all’uccisione degli ospiti della Sfattoria

Salviamo questi animali: sono la nostra famiglia, la famiglia di tutti gli italiani!

Il link per firmare la petizione per dire NO all’uccisione dei 130 ospiti della Sfattoria

https://www.change.org/p/salviamo-gli-animali-de-la-sfattoria-dall-abbattimento-save-our-animals-from-slaughter?source_location=search_index&algorithm=promoted&original_footer_petition_id=&grid_position=2&pt=AVBldGl0aW9uAKK2BQIAAAAAYvYIb9ltPW1mOWQ3M2ExNg%3D%3D

 

Ti può interessare anche>Andrea Cisternino da Camogli alla Sfattoria degli ultimi

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today