Seguici su google news
Stelle cadenti
Foto di Felipe Helfstein

Notte di San Lorenzo: tutti col naso all’insù per la pioggia di stelle cadenti

Si tratta di piccoli meteoriti che passano velocissimi vicino al nostro pianeta, ma l’effetto visivo è quello di tante stelle cadenti che attraversano la volta celeste in una manciata di secondi.

E quella di oggi è la notte: la notte delle stelle cadenti.

La notte di San Lorenzo, quando una pioggia di stelle cadenti accende il cielo notturno e incanta milioni di innamorati e di studiosi di tutto il mondo.

Torna  dunque il classico appuntamento con le stelle cadenti di San Lorenzo il cui picco è previsto tra l’11 e il 13 agosto.

Dopo un 2021 memorabile, lo spettacolo di quest’anno sarà però compromesso dalla Luna piena. Quindi meglio anticipare le osservazioni di un paio di notti oppure attendere la parte finale della nottata.

La magica notte delle stelle cadenti.

Puntuali come ogni anno le Perseidi – note anche come le Lacrime di San Lorenzo tornano a emozionarci e a tenerci tutto con il naso all’insù. Verso quel cielo e quel firmamento che di rado ci ricordiamo di osservare.

Le Perseidi sono dovute ai grani di polvere lasciate dalla cometa Swift-Tuttle che, bruciando nell’impatto con l’atmosfera terrestre, producono spettacolari scie di luce nel cielo.

Il picco quest’anno sarà nelle notti tra 11 e 13 agosto durante le quali, in condizioni di visibilità perfetta, in luoghi molto bui, si potrebbero osservare fino a 100 meteore per ora.

Dopo un 2021 a dir poco memorabile, per il 2022 le condizioni osservative delle Perseidi saranno decisamente meno favorevoli“, ha commentato Gianluca Masi, Responsabile scientifico del Virtual Telescope.

L’unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dalla Luna, che in questo momento appare piena e luminosa. Troppo luminosa. Finendo così per oscurare il fenomeno delle stelle cadenti.

Ma l’ostacolo è facilmente aggirabile. Basta infatti giocare d’anticipo puntando ad esempio sulle notti del 9 o del 10 agosto.

Oppure attendere il tramonto della Luna, nella parte finale della notte, durante il quale, per questioni astronomiche, si assiste a un picco: “poiché all’alba l’osservatore è sulla parte della Terra che avanza lungo la propria orbita verso le polveri cometarie – ha aggiunto Masi – è come se vedesse dal “parabrezza”, anziché dal “lunotto” posteriore del nostro pianeta. Questa condizione, unitamente al tramonto della Luna, garantisce perciò dei buoni risultati.”

Dove vedere le stelle cadenti in Liguria

Per potersi assicurare una perfetta visuale sul cielo notturno, così da ammirare al meglio il suggestivo spettacolo delle stelle cadenti, è bene assicurarsi di trovare un posto poco illuminato e lontano da eventuali inquinamenti luminosi. Un posto insomma un po’ defilato dai centri urbani.

A Genova parecchi buoni posti per l’osservazione notturna si trovano al Righi, primo tra tutti l’osservatorio astronomico.

Nel ponente genovese invece è possibile andare nei prati lungo il Passo del Faiallo, nelle alture di monte Gazzo oppure nell’attrezzata area picnic dei Piani di Paglia in Valpolcevera.

Se invece vi trovate nel Levante Ligure potete recarvi, ad esempio, sulle alture di Sori o in cima al Monte Cornua dove si trovano scorci fantastici che a volte arrivano a spaziare anche fino al mare.

A Ponente invece, un buon posto per l’osservazione notturna  può essere il prato di San Romolo a due passi da Sanremo. Oppure un bel prato, tipo Segno, nelle alture di Spotorno.

Per i più appassionati c’è poi Perinaldo, suggestivo borgo che diede i natali a Gian Domenico Cassini, dove c’è un grande osservatorio astronomico dedicato al grande astronomo scopritore della divisione degli anelli di Saturno.

E sempre per restare in tema di osservatori astronomici, ma spostandoci nell’imperiese, c’è quello di Badalucco, altro valido punto di osservazione del fenomeno delle stelle cadenti.

In generale, però, se non siete grandi amanti degli spostamenti, anche qualsiasi spiaggia poco illuminata può essere un ottimo punto di osservazione del cielo stellato. 

Dunque non ci resta che augurarvi buona Notte di San Lorenzo e buona “caccia” alle stelle cadenti. Che il meteo sia con Voi!

E mi raccomando, ricordatevi di esprimere un desiderio quando ne avvistate una!!!

Noi lo faremo sicuramente.

 

Può interessarti leggere anche

Ponte Morandi: concerto, marcia e commemorazione per il quarto anniversario della tragedia

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today