Seguici su google news
Claudio Gilio - Presidente Orchestra Sinfonica di Savona

Voxonus Festival: sabato 30 musica e cinema a Villa Groppallo

Orchestra Sinfonica di Savona: undicesima edizione del Voxonus Festival

Sabato 30 a villa Groppallo secondo appuntamento per l’11° edizione del Voxonus Festival con il concerto crossover  Musica e cinema – Le ispirazioni della musica del ‘700 nel cinema.

Il duo è composto dal violista Claudio Gilio e dal pianista Luigi Giachino, massimo esperto di colonne sonore.

Il concerto sarà accompagnato dalle proiezioni di alcune delle più celebri scene di film come: The mission, Anonimo veneziano, Pizza connection, La mia Africa, A beautiful mind, Il Vangelo secondo Matteo, Il silenzio degli innocenti e Barry Lyndon.

L’esibizione prevede, come da tradizione, un dialogo tra pubblico e musicisti volto ad arricchire la kermesse dell’Orchestra Sinfonica di Savona.

Gilio e Giachino spiegheranno in questa occasione l’importanza della musica classica nel cinema internazionale d’autore.

E lo faranno attraverso le opere di compositori come Mozart, Bach, Vivaldi e Gluck arrivando alla sintesi del maestro Ennio Morricone, di cui verrà portato come massimo esempio il tema Gabriel’s Oboe.

Un’occasione unica, nella cornice di Villa Groppallo a Vado Ligure per poter legare gli interpreti dell’epoca barocca e tardo barocca a quelli contemporanei.

Musica e cinema: un viaggio a tema tra due epoche che si sfiorano

“Il cinema ha permesso a un pubblico eterogeneo di scoprire, e vivere, temi della classicità altrimenti poco conosciuti.

Lo è stato in tantissimi casi, basti pensare a Stanley Kubrick, che nutriva quasi un’ossessione per la musica classica – commenta il presidente dell’Orchestra Sinfonica di Savona Claudio Gilio

“Musica e cinema è per noi un viaggio a tema tra due epoche che si sfiorano, si ispirano ma senza mai perdere la rispettiva autenticità.

Compositori del calibro di Mozart hanno per esempio contribuito alla popolarità di alcuni film che sono oggi nell’Olimpo del cinema – prosegue Gilio.

“Voxonus eseguirà quindi temi originali collegandoli attraverso un’attenta ricerca filologica alle scene dei film via via analizzati grazie alla conoscenza del maestro Giachino.

Vado Ligure è il contesto ideale per questo progetto: innovazione, sperimentazione, valorizzazione della cultura fruibile a un pubblico sempre più ampio.

Una sfida che accogliamo con piacere”, conclude il presidente Claudio Gilio. 

I protagonisti di questo fine settimana

Claudio Gilio, laureato al Conservatorio di Torino è presidente, direttore artistico “prima viola” e “viola solista” dell’Orchestra Sinfonica di Savona, nonché direttore dell’Accademia Musicale di Savona Ferrato-Cilea.

È ideatore, con Filippo Maria Bressan, della prestigiosa Voxonus Academia di musici e cantori, realtà stabile sinfonica, operistica, corale in Italia dedita al repertorio settecentesco/ottocentesco eseguito con strumenti originali dell’epoca.

Claudio Gilio è l’unico al mondo a usare la viola al contrario a causa di un incidente che lo ha incastrato tra lamiere e asfalto poco prima della laurea, obbligandolo a invertire l’uso delle mani riprogrammando gli automatismi del suo cervello.

Tra le numerose collaborazioni, nel 2021 nasce l’ambizioso progetto del “Centro di Ricerca sul Quartetto italiano” di cui il Voxonus Quartet è massimo esponente e interprete. 

 

Claudio Gilio – Presidente Orchestra Sinfonica di Savona

 

Luigi Giachino è diplomato in pianoforte e composizione con il massimo dei voti al Conservatorio di Torino.

Ha conseguito un attestato di specializzazione CEE in composizione, arrangiamento e direzione d’orchestra di musica extracolta.

Recentemente ha realizzato, con il flautista Giuseppe Nova, un cd edito dal quotidiano La Stampa di Torino.

Dal 1990 è titolare di cattedra di Composizione presso il Conservatorio di Genova, in cui è attualmente Vice Direttore.

Nel 2017, su incarico del Comune di Genova, ha assunto il ruolo di Mentor nel progetto europeo EMI (European Music Incubator).

 

Luigi Giachino

La storia del Voxonus Festival

Presente in Liguria e Piemonte da undici anni nasce dall’idea di Claudio Gilio e di Filippo Maria Bressan.

Il Voxonus Festival – brande dell’Orchestra Sinfonica di Savona – si unisce nel 2019 sotto il format “Dalle Alpi al Mare” con il battesimo istituzionale nella Sala della Trasparenza della Regione Liguria.

Il 2022 è l’anno della piena rinascita. Grazie all’uscita dall’emergenza sanitaria e a tre importanti passaggi a Savona, città sede dell’Orchestra Sinfonica.

Oltre alle conferme di Albissola Marina e Vado Ligure, si aggiungono quindi Savona e Sassello, per  l’entroterra, grazie alla collaborazione delle rispettive Amministrazioni Comunali.

I concerti, in programma da giugno a dicembre 2022, sono momenti esperienziali che promuovono la diffusione della musica eseguita con prassi informata e strumenti storici, valorizzando cultura e territori. 

Il festival collabora stabilmente con la Fondazione Collegio Universitario Einaudi di Torino, in coproduzione con l’Accademia del Ricercare e con il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona.

Nel 2022 arriva inoltre il sodalizio con la stagione concertistica Atelier musicale di Milano

L’Atelier musicale abbraccia il progetto del Centro di ricerca sul Quartetto italiano  nato in seno al Voxonus e rappresentato dal Voxonus Quartet.

ll concerto si inserisce nella rassegna di musica e spettacolo E… state a Vado.

Rassegna promossa dal Comune di Vado Ligure che collabora attivamente con l’Orchestra Sinfonica di Savona in occasione del Voxonus Festival e di Musica in Porto.

 

INFO

Ingresso gratuito. Posti limitati. Prenotazione consigliata ai numeri 019824663, 3406172142 o tramite mail: info@orchestrasavona.it

info@orchestrasavona.it

www.orchestrasavona.it

Seguici su Facebook, Instagram e Linkedin

 

Ti può interessare anche>Il Voxonus Festival approda a Segno con Ouvertoures e concerti tra Halle e Amburgo

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today