Seguici su google news
La Spezia blue economy turismo
Porto di La Spezia

La Spezia: i numeri di “The European House” incoraggiano il territorio spezzino

Qualche giorno fa, con gli onori del caso, sono stati presentati alla Spezia i dati del rapporto strategico “Liguria 2030” redatto dal The European House Ambrosetti in collaborazione con la Regione Liguria.

Il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini, ha proposto le valutazioni leggendone come un risultato prezioso anche rispetto al suo lavoro. Ma Peracchini, in veste proprio di presidente della Provincia, ha inquadrato pure diversamente le risultanze: “Grazie ai tavoli di ascolto realizzati nelle quattro province liguri, emergono chiaramente i punti di forza della nostra provincia sui quali dobbiamo lavorare per avere ancora maggiori successi. Penso all’economia del mare e al turismo, e i punti sui quali è necessaria una riflessione per un miglioramento complessivo“.

In una regione spesso premiata dalla presenza del mare, insomma “La Spezia si conferma non solo motore della Liguria ma motore in Italia per quanto riguarda l’economia del mare: siamo al primo posto in assoluto in Italia per incidenze delle imprese dell’economia del mare sul totale provinciale grazie a più di 3mila aziende coinvolte di cui il 47,4% opera nella cantieristica”.

Le imprese dell’economia del mare alla Spezia occupano oltre 12.900 persone, tanto da essere al primo posto in Italia per peso degli occupati dell’economia del mare sulla propria economia.

È stato calcolato – ha precisato lo stesso Peracchini – che l’economia del mare genera nella provincia della spezia 757,3 milioni di euro di valore aggiunto, collocandoci al 4^ posto a livello nazionale. Ancora, siamo al primo posto in Italia nella filiera della cantieristica che vede oltre 6mila persone occupate. Il maggiore fattore competitivo della blue economy alla Spezia è senza dubbio costituito dal Campus Universitario della Spezia, una eccellenza ormai consolidata che accoglie oltre 350 nuove matricole su circa 1200 iscritti e che vede un tasso di occupazione dei laureati superiore al 90%. Ciò sta a significare che il campus, che vede la partecipazione di eterogenee realtà istituzionali, formative e industriali del territorio, è in piena sinergia con i fabbisogni occupazionali“.

L’altro motore dell’economia spezzina rimane la filiera del turismo, confermando la provincia del Golfo dei Poeti, delle Cinque Terre e di Fiumaretta al terzo posto in Italia per i servizi di alloggio, ristorazione, attività sportive e ricreative offerte.

La ricaduta dello sviluppo crocieristico invece segnala la filiera della movimentazione di merci e passeggeri via mare al secondo posto in Italia.

A fine conferenza di presentazione, Pierluigi Peracchini è tornato al vecchio concetto dello “sviluppo del territorio“, passando dalla citazione di progetti, alcuni dei quali strumenti di dibattito: “Miglio Blu“, la riconversione a uso urbano della Calata Paita, la realizzazione del nuovo molo crocieristico e il Polo nazionale della subacquee.

 

NUNZIO FESTA

 

Foto di copertina: Ansa.it

 

Può interessarti leggere anche > La Spezia: torna il Palio del Golfo dei Poeti

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today