Seguici su google news

Giselle: tra romanticismo e resistenza

Ha debuttato ieri sera a Nervi la Giselle “ucraina”, uno spettacolo frutto della collaborazione di quattro compagnie fuggite dalla guerra.

Anche la danza, come tutte la arti, può assumere la valenza simbolica di “resistenza”. E la Giselle a cui abbiamo assistito ieri sera, portata in scena dai quattro corpi di ballo di Kiev Kharkiv Odessa e Lviv, ne è la dimostrazione.

La speranza di questi danzatori, ovviamente, è di tornare il prima possibile a esibirsi nei teatri ucraini. Nel frattempo, però, grazie anche alla sapiente organizzazione della direttrice artistica nonché presidente dell’Ucranian Classical Ballet Natalia Iordanov, portano in giro per l’Europa l’arte, la cultura e l’animo del loro Paese.

Karyna Shatkovskaya, étoile del corpo di ballo di Kharkiv, oltre che per la grazia ha impressionato anche per l’intensa espressività del suo corpo e del suo viso.

E neanche l’interruzione subita nel secondo atto per motivi di umidità e scivolosità del palco, ha spezzato il ritmo della sua danza tra le Villi del bosco.

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today