Seguici su google news

Edoardo e Carolina: due talenti genovesi alla Scala

Si chiamano Edoardo Baghino e Carolina Gambino, hanno entrambi tredici anni e hanno superato l’esame di ammissione al terzo anno dell’Accademia di Danza del Teatro alla Scala di Milano.

Carolina Gambino ha iniziato a studiare danza classica con Simona Boninsegni di Obettivo Danza, insegnante diplomata alla Scala. Il suo passaggio alla prestigiosa Accademia scaligera è avvenuto dopo due anni di meticolosa preparazione, di fatica e determinazione. Il training che le ha permesso di essere scelta tra centinaia di domande di ammissione è stato realizzato dai seguenti insegnanti:

Valeria Sacchetti, insegnante diplomata alla Scala;

Simone Maier, ballerino diplomato alla Scala;

Francesco Testoni, docente di formazione professionale presso Officinadellearti di Montecatini.

Sabrina Scatizzi, direttrice artistica di Officinadellearti di Montecatini, che ha allenato Carolina con la tecnica del gyrotonic sviluppando le sue potenzialità fisiche e infondendole sicurezza rispetto al proprio corpo.

Anche la rincorsa di Edoardo Baghino all’Accademia scaligera è fatta di fatica, sudore, determinazione e volontà. Una rincorsa che parte da molto lontano.

Infatti ha iniziato a studiare propedeutica alla danza all’età di cinque anni al Russian Ballet College di Genova con Irina Kashkova e Valeria Vapniarskayam. Dopo il Russian Ballet ha studiato con Carola Roccatagliata e Francesca Frassinelli direttrice artistica del settore danza di Artis di Genova. 

I suoi studi sono quindi proseguiti:

a Milano con Elena Cipollini, insegnante diplomata presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano;

a Genova con Lorena Saglibene, insegnante laureata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e direttrice artistica dell’Associazione Studio Danza L2

a Genova con Paola Pallotti insegnante diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma

a Bologna con Nicoletta Tinti e Silvia Bertoluzza

La scorsa estate Edoardo è stato ammesso al secondo anno accademico della scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Roma studiando col Maestro Gerardo Porcelluzzi, ed esordendo a dicembre nello spettacolo Lo schiaccianoci prodotto dal Teatro dell’Opera di Roma.

L’Accademia di danza del Teatro alla Scala è sempre stato però il suo obiettivo principale, e grazie all’incontro con Cristina Amodio – ballerina diplomata alla Scala nel 1986 e attualmente insegnante e direttrice artistica del dipartimento classico di La Maison a Roma, questo suo desiderio si è potuto realizzare.

Cristina Amodio ha infatti sostenuto, preparato e accompagnato Edoardo nel momento delicato dell’abbandono di un’accademia per tentare di entrare in un’altra.

Liguria Today li ha incontrati per intervistarli ponendo loro le stesse domande.

Che cos’è la danza per te?

Carolina: La danza è ciò che mi rende me stessa.

Edoardo: La mia forma d’espressione.

Cosa provi quando danzi?

Carolina: Libertà, spensieratezza e gioia.

Edoardo: Potenza, gioia e completezza.

Cosa vi aspettate dalla Scala?

Carolina: Sacrificio e realizzazione di un sogno.

Edoardo: Ricerca della perfezione.

Nel suo libro Lettere a un giovane danzatoreMaurice Béjart parla del suo rapporto con sbarra, specchio e pavimento. Voi che rapporto avete con questi tre elementi?

Carolina: All’inizio la sbarra mi faceva sentire imprigionata, ma poi ho capito la sua importanza. Lo specchio non deve essere la tua sicurezza perché devi percepire il tuo corpo. Il pavimento è la cosa più importante.

Edoardo: La sbarra è una compagna temporanea. Lo specchio è traditore. Il pavimento invece è un amico che attrae e respinge.

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today