Seguici su google news
Rock psychedelico Tadpoles
Copertina del magazine Psyche Out

Sound anni ’90: il rock psychedelico dei TADPOLES

Agli inizi degli anni ’90 negli USA, si impose prepotentemente sulla scena il rock psychedelico.

Se, a rappresentare questa corrente musicale si trovavano (quasi) stabilmente i FLAMING LIPS, nella palude lisergica di Hoboken – New Jersey – cominciava a muoversi qualcosa….

Nasceva, infatti, il progetto solista dello studente universitario Todd Parker, al quale dopo breve tempo si unirono un manipolo di amici arrivando a una formazione complessiva di tre chitarre.

Il gruppetto proponeva un wall of sound molto acido.

Molto presto però corressero il tiro con una formazione definitiva composta da quattro elementi che vedeva Todd Parker e Nick Kramer, le due anime della band nota con il nome di TADPOLES, ambedue nel ruolo di voce e chitarra.

Uno aveva con un sound aggressivo mentre l’altro più riflessivo. Entrambi gli stili conferirono al gruppo sonorità fresche, non scontate, ed altamente lisergiche.

Dopo il positivo esordio di “He fell into the sky” dettero alle stampe questo “Far out” che si impose nel circuito delle college radios e varcò i confini nazionali, facendosi notare anche in Europa. Questo, grazie soprattutto alla recensione apparsa sul magazine Rolling Stone, dove ricevettero ben quattro stelle (fatto estremamente raro per una band indipendente).

L’album è interessantissimo perché ogni brano è un episodio mozzafiato.

Il top si raggiunge con “Nazareth” dove il cantato profondo di Kramer si incastona perfettamente tra le pieghe della sua chitarra con un delicato intro, per poi esplodere in tutta la sua potenza.

La (sussurrata) voce di Parker che, rimanda ad una “barrettiana” memoria, si contrappone perfettamente alle sonorità fuzz che si sprigionano in “Feel like a freak” e con l’ipnotica ed acidissima “Chunky” altra perla lisergica dell’album.

Mentre le più soft “4D” e “Clea” ci ricordano come la band non abbia tralasciato un’anima vicina al pop, anche se spesso sovrastata, fino ad arrivare al mix perfetto con “Ride the world round the sun“…. Semplicemente spettacolare!

Un bellissimo album, molto godibile, che permette anche a chi è distante da queste scene musicali di avvicinarsi ed apprezzare sonorità spesso sottovalutate.

TADPOLES “Far out” Bakery, 1996.

Può interessarti leggere anche > Frankie Cavallo, alias Von LMO, è un pazzo geniale

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Silvano Pertone

"Dio del rock ( e non solo...) fa' che resti sempre alternativo" Coinvolto per un decennio nel mondo dell'underground grazie alla mia fanzine, oggi guardo ad altre scene sempre alternative, in primis la mail art.

Lascia un commento

Liguria.Today