Seguici su google news

Funivia mare – monti: tanto rumore per nulla?

In coda alla manifestazione di ieri contro la realizzazione della funivia per Forte Begato, sono proseguite le polemiche tra l’assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi e l’architetta Francesca Coppola candidata per la lista Europa Verde con Sansa e Linea Condivisa.

L’assessore Piciocchi ha bollato come falsi i rendering fatti circolare sui social e sulla stampa, circa i disegni che mostrano piloni alti decine di metri proprio nel parco che nascerà al Lagaccio.

“Sono stati messi appositamente in circolazione rendering” ha affermato Piciocchi “completamente inventati e realizzati non so da chi, autentici fake per denigrare un progetto che è ancora in corso di studio nell’ambito di una gara pubblica, e che pertanto, allo stato attuale, non può essere divulgato. E’ certo che non appena i documenti saranno disponibili verranno condivisi con il Municipio e la cittadinanza. E io di questo, se proseguirò nel mio mandato, sarò garante: al Lagaccio ci sono numerose associazioni di quartiere con le quali ho lavorato benissimo e da cui ho ricevuto tante idee. Ho tutta l’intenzione di continuare a lavorare secondo questo metodo”.

L’architetta Coppola, da parte sua, ha ribattuto dicendo che:

“L’assessore accusa i render con un pilone di 67 metri nel parco di Caserma Gavoglio di essere completamente inventati, autentici fake. Non è vero: li ho realizzati basandomi sul progetto preliminare caricato sul sito del Comune. Il render che ho realizzato si è basato su sezioni a pagina 10 del progetto di fattibilità del Comune di Genova. Come si può vedere, è il Comune stesso a dare indicazioni che l’impianto di risalita passi proprio sopra il Parco del Lagaccio, e che un pilone sorga nell’area parco della caserma. Ricordo anche che i progettisti del parco hanno dovuto considerare i vincoli della Caserma Gavoglio, e il rischio idrogeologico del rio: esiste infatti una fragilità territoriale importante poiché negli ultimi anni tantissime frane hanno interessato la zona”.

Sin qui, dunque, le dichiarazioni “oggettive” di Piciocchi e Coppola. Da una parte un progetto in fieri e non ancora pronto per essere presentato, dall’altra la simulazione della realizzazione di un  progetto preliminare della funivia reperibile sul sito del Comune.

Si sta quindi litigando su un’idea? O è l’idea che viene utilizzata per fare propaganda?

Coppola e Sansa accusano Piciocchi e Bucci di voler deturpare il futuro parco con un pilone di 67 metri per fare un regalo ai turisti: “Davvero pensano di portare 1500 turisti all’ora dalle crociere a Forte Begato? Il Lagaccio diventerà il quartiere sotto la funivia, con un impatto sul paesaggio e sul quartiere e sulla svalutazione del valore degli immobili, perché stare sotto una funivia è come stare sotto un ponte”.

Ora, se noi analizziamo per un attimo il linguaggio e le parole  di questa accusa, ci rendiamo subito conto che è il merlo che dice al corvo come sei nero. Nel senso che chi accusa di propaganda lo fa facendo a sua volta propaganda.

Ma noi abbiamo fiducia in questi schieramenti politici. E siamo sicuri che tra chi vincerà le amministrative e chi starà all’opposizione, si creerà la giusta sinergia per rendere sostenibili e vivibili quartieri come  il Lagaccio, e al tempo stesso trasformare Genova in una città avvincente in cui passato e futuro si fondono insieme.

Nell’immagine in evidenza simulazione di pubblico dominio

 

 

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today