Seguici su google news
Uzvar bevanda ucraina
Uzvar

Come preparare l’Uzvar, la celebre bevanda ucraina!

Questa settimana, approfondendo le tradizioni della cucina ucraina, ho scoperto la ricetta dell’Uzvar, una speciale bevanda dalle caratteristiche molto rinfrescanti che mi ha letteralmente conquistata!

Molto utile all’organismo per superare l’arrivo dei primi caldi, questo infuso si presta facilmente ad essere preparato anche in diversi periodi dell’anno. Questo perché alla composizione base possono essere inserite note aromatiche differenti che lo rendeno adatto a tutte le stagioni.

I suoi ingredienti principali sono la frutta disidratata, albicocche, mele e pere, ma anche prugne ed uvetta, che vengono lasciate in infusione in acqua portata alla temperatura di ebollizione.

In primavera si aggiungono poi fragole, mirtilli o lamponi freschi. Mentre nei mesi freddi si utilizzano spezie quali la cannella, la noce moscata e l’anice stellato, per ottenere il classico bouquet natalizio.

Nella cultura ucraina è simbolo di fertilità e benessere familiare.

Secondo le antiche consuetudini, questa ricca composta di frutta secca veniva preparata il giorno della nascita di un nuovo membro della famiglia  per promettere salute al neonato.

 

Ingredienti per l’Uzvar

 

Ecco gli ingredienti e le esatte proporzioni per preparare dell’ottimo Uzvar:

• 100 g di albicocche disidratate;
• 100 g di mele o pere secche;
• 150 g tra prugne e uvetta;
• 100 g di fragole fresche o mirtilli o lamponi;
• un litro e mezzo di ottima acqua (più buona sarà l’acqua che utilizzerete e migliore sarà il risultato che otterrete)
• miele millefiori a piacere (facoltativo)

Lavate la frutta secca, ponendola in uno scolapasta, sotto un getto d’acqua fredda. Dopodiché mettetela, in una pentola smaltata e copritela con acqua di buona qualità.

Portate la preparazione ad ebollizione con un fuoco medio. Aggiungete la frutta fresca ben lavata e lasciate sobbollire il tutto per 5, massimo 10 minuti.

 

Uzvar bevanda ucraina
Preparazione dell’Uzvar

 

Questa squisita bevanda acquisisce saturazione e aroma durante l’infusione e solo dopo 2-3 ore risulterà del gusto desiderato.

Vi consiglio di prepararla la sera per servirla al mattino, come ottimo rinfrescante. Se vorrete dolcificarla ulteriormente – ma vi assicuro che non è il caso – aggiungete il miele quando quasi fredda.

Un’ultima raccomandazione: non sprecate la massa di frutti rimanente. Frullatela e servitela accompagnata a yogurt al naturale o utilizzatela come ottima farcia per torte dolci.

 

Può interessarti leggere anche > Holubtsi ucraini o Fratti genovesi?

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Maria Paola La Magna

Avatar photo
Studi giuridici. Ha svolto attività di PR per i primi 15 anni lavorativi, per poi dedicarsi al settore della Comunicazione nella Pubblica Amministrazione. Per passione è stata una pioniera dell'Home Restaurant a Genova. Il senso della continua ricerca estetica le proviene dal padre, il pittore genovese Raimondo La Magna.

Lascia un commento

Liguria.Today