Seguici su google news
Quale rettile in casa
Serpente

Il mio primo rettile: quale tenere in casa?

rettili possono essere considerati a tutti gli effetti animali domestici e sono anche abbastanza semplici da gestire.

La prima domanda da porsi nel caso in cui si stia pensando di prendere un rettile come animale domestico è: quale rettile posso tenere in casa?

Con questo articolo vorrei aiutarti a chiarirti le idee riguardo alla scelta del tuo primo rettile domestico.

Ogni tipologia di rettile necessita di cure base per poter vivere bene.

Alcune risultano più facili da gestire rispetto ad altre e questo è sicuramente un punto da prendere in considerazione prima di scegliere l’animale che fa al caso nostro.

Alcune specie, infatti, necessitano di una semplice e basilare manutenzione, mentre altre richiedono una certa dose di esperienza e conoscenza.

rettili 1 LiguriaT

 

Un altro elemento da tenere in considerazione è la fisicità dell’animale stesso e lo spazio necessario per farlo crescere nella maniera adeguata.

A seconda della specie scelta, si dovrà acquistare il giusto terrario e gli si dovrà offrire una corretta alimentazione all’animale. Le spese necessarie saranno più o meno onerose, senza contare che alcune specie potrebbero necessitare di  sistemi di illuminazione o di riscaldamento che, ovviamente, incideranno sui costi di mantenimento. Ovviamente, avere un rettile che mangia vegetali, o averne uno che mangia animali vivi, ha un costo differente.

La scelta di quale rettile prendere comunque dipende sicuramente anche da altri fattori,.

Tra questi è importante tenere in considerazione al propria età, lo spazio che si ha disposizione, il budget e la possibilità di tempo che si potrà dedicare all’animale.

Altro fattore decisionale importante è la presenza di bambini in casa.

In quel caso si dovrà fare molta attenzione ad evitare situazioni pericolose sia per loro che per l’animale, poiché probabilmente i bimbi incuriositi saranno tentati di toccarlo e giocarci.

Quando si ha intenzione di prendere un rettile come animale da compagnia, comunque, è sempre bene rivolgersi ad un negozio specializzato dove un esperto potrà consigliare l’esemplare più adatto alle nostre esigenze.

rettili 2 LiguriaToday

Quale rettile scegliere come primo animale?

  1. Geco

È la specie più adatta per i neofiti nel campo dei rettili, sono piccoli, docili e facili da gestire. Ce ne sono di diverse misure, ma la dimensione media è di pochi centimetri.

Non richiede troppo spazio, si nutre di insetti e non necessita di cure eccessive, avrà bisogno di un semplice terrario e di un po’ d’acqua.

  1. Iguana

È uno dei rettili più venduto nei negozi, ma è necessario sapere che nel tempo, aumenta di dimensione. All’inizio potrà misurare tra i 20 e i 50 centimetri, ma nell’età adulta, potrebbe anche arrivare a misurare i due metri di lunghezza. Per questo sarà necessario allestire un terrario con un’altezza sufficiente, e dovrà avere una temperatura ed un’umidità sempre controllata.

Le iguane di base mangiano all’incirca tre volte a settimana, nutrendosi di insetti, frutta, verdura e foglie.

Se l’iguana dovesse subire un’improvvisa mutazione nel colore della pelle, potrebbe esse a causa di un probabile problema di salute, questo ovviamente richiederà un controllo da parte di un veterinario specializzato.

  1. Camaleonti e Tartarughe

Anche il camaleonte può andare bene come primo rettile e le sue cure di base sono molto simili a quelle dell’iguana. Il problema maggiore è che possono soffrire di stress, quindi bisognerà evitare eccessivi atteggiamenti affettuosi e di contatto.

Se invece volete una tartaruga, dovrete prima sceglierne la tipologia, poiché avranno esigenze diverse tra loro.

 

In Italia, esistono regole ben precise su quali specie animali possono essere tenute in casa pensate appositamente per tutelare sia le persone sia gli animali a rischio.

Ecco ad esempio alcune specie di rettili che NON possono essere tenute in casa:

  • Varani
  • Coccodrilli
  • Rettili velenosi e super costrittori

Ci sono casi in cui anche quelle specie di rettili considerate non pericolose, non possono essere commercializzate.

Per sapere se l’animale che vorremmo acquistare compare o meno in queste liste bisogna consultare gli elenchi della Cites, ossia la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione.

La detenzione delle specie autoctone invece viene considerata legale soltanto se l’esemplare è stato importato da un allevatore estero. Infatti il possessore dovrà solamente esibire il certificato di provenienza emesso dall’allevatore.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per comprendere al meglio quale rettile posso tenere in casa. E se vorrai raccontarci la tua esperienza personale sull’argomento, i commenti sono sempre ben accetti.

Vi aspettiamo al prossimo Articolo!!

Ti può interessare leggere > La differenza tra tartarughe di terra o di acqua

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Chiara | Nachiko & co

nachiko&avery
Mi chiamo Chiara ed i miei cani si chiamano Nachiko & Avery, fin da piccola ho sempre avuto la passione per gli animali, soprattutto per i cani. Grazie a loro ho deciso di accrescere la mia cultura cinofila, leggendo libri, partecipando a webinar e collaborando con centri cinofili ed associazioni. Spero con i miei articoli di potervi aiutare a sviluppare le vostre conoscenze sul mondo della cinofilia e degli animali.

Lascia un commento

Liguria.Today