Seguici su google news
Marcell Jacobs a Savona
Marco Mura

Marco Mura Deus ex machina Meeting Savona riporta Marcell Jacobs in pista sui 100 metri

Marco Mura, ideatore e direttore organizzativo del Meeting Internazionale città di Savona riporta Marcell Jacobs in pista sui 100 metri e racconta il successo dell’undicesima edizione del Meeting.

Marcell Jacobs, l’uomo più veloce del mondo, torna a Savona grazie a Marco Mura

Non a caso l’anno scorso Mura ha ricevuto il premio Lo Sportivo Savonese, un riconoscimento estremamente importante a sigillo dell’ottimo lavoro svolto in tutti questi anni.

Domani, 18 maggio, è una giornata importantissima. Prende il via il Meeting Internazionale città di Savona edizione 2022: un tripudio di campioni e di atleti da tutto il mondo.

Riflettori puntati su Savona, quindi, e su Marco Mura che del Meeting è l’ideatore ed il direttore organizzativo.

L’abbiamo incontrato al campo di atletica di Fontanassa dove ormai è praticamente tutto pronto per il grande inizio di domani.

Marco, domani è una giornata importante per te e per il mondo dello sport. Stai raccogliendo sempre più soddisfazioni e la tua visibilità è in continua crescita. Il tuo esordio in questa avventura, però, risale a qualche anno fa…

Domani si parte, l’adrenalina è alle stelle e mi vengono in mente gli inizi, tanti anni fa. Per la precisione correva l’anno 1993 quando ho iniziato la mia missione  – perché di questo si tratta – presso il campo sportivo della Fontanassa.

Ai tempi ero l’assistente dell’indimenticato Giulio Ottolina, primo allenatore e di Ezio Madonia tecnico della Nazionale.

Nel 1994 Ottolina è morto ed io ho preso la sua eredità tecnica come allenatore e negli anni ho iniziato ad occuparmi anche della gestione dell’impianto. 

 

Marco Mura e la strada per il successo

Sono passati quasi trent’anni. Immagino che la strada per il successo non sia sempre stata in discesa, soprattutto all’inizio. Raccontaci com’è andata questa tua avventura.

Posso raccontare con tutta tranquillità che all’inizio ci sono stati periodi davvero molto difficili, specie in relazione al campo che nasce su una discarica…Ho vissuto momenti di sconforto e di perplessità durante i quali ho anche pensato di abbandonare e lasciare tutto, ma per fortuna la mia sana follia e la mia determinazione mi hanno convinto ad andare avanti. 

Quando hai capito che le cose stavano volgendo al meglio?

Ci sono state varie tappe: dal 2000 al 2011 abbiamo ospitato il Grand Prix di lanci, con il record mondiale nel martello nel 2003 con la cubana Yipsi Moreno.

Poi nel 2006 Javier Sotomayor, il più grande saltatore in alto di tutti i tempi, è venuto a Savona in qualità di responsabile della nazionale cubana. Diciamo che dal 2011, dopo il rifacimento  della pista, ho investito ancora più energie in questo meraviglioso progetto.

Nel 2012 è nato il Meeting Città di Savona con specialità di corsa, salti e lanci.

La crescita in questi dieci anni è stata esponenziale e dal 2018 il meeting è diventato internazionale ed è stato inserito nel circuito meeting Fidal ed è 65° al mondo.

Un traguardo importante che nasce dalla tua passione sportiva. Quando hai capito che lo sport era la tua strada?

Sono rimasto letteralmente folgorato nel 1984 dalle olimpiadi di Los Angeles, un vero e proprio colpo di fulmine e da allora ho iniziato a praticare atletica, facendo decathlon. Dal 1989 faccio l’allenatore sprint e lanci.

Una passione, quindi, che nasce da lontano e che dura da molto tempo.

 

Marcell Jacobs , l’uomo più veloce al mondo, con Marco Mura al Meeting Internazionale Città di Savona

Le mie emozioni con Marcell Jacobs

Quali emozioni ti legano a Marcell Jacobs, l’uomo più veloce del mondo?

E’ una forte emozione avere nuovamente Marcel Jacobs che gareggia a Savona. Lui stesso mi ha più volte ringraziato per il suo successo e per me questo è assolutamente il riconoscimento più importante.

So che Marcel racconta sempre del suo successo a Savona e questo mi riempie, ovviamente, di orgoglio.

Marcell Jacobs è un uomo di parola: l’anno scorso aveva promesso che sarebbe ritornato nella nostra città e così sarà domani. Lo aspettiamo tutti a braccia aperte.

Marco Mura riporta il super campione Marcell Jacobs al Meeting Internazionale Città di Savona

Ci sveli come sei riuscito a portare Marcell Jacobs a Savona?

L’avevo invitato nel 2016, quando aveva battuto Filippo Tortu per un centesimo e, tranne nel 2017 a causa di un infortunio, è sempre tornato.

Quest’anno, poi, dopo Nairobi, la sua è stata una scelta di cuore per la quale mi sento di ringraziarlo profondamente.

Savona ha una lunga tradizione nel “lancio” degli atleti: nel 2001 Silvia Salis, Filippo Tortu con tre record italiani nei 100 metri, Luminosa Bogliolo, Larissa Iapichino con il record italiano e mondiale juniores nel 2020.

Possiamo dire che Savona è una città che porta decisamente fortuna ai campioni che ci ripagano con la loro presenza.

Quella volta in cui Marcell Jacobs…Raccontaci un momento esclusivo vissuto con Marcell Jacobs

Di certo non dimenticherò mai quella serata dell’anno scorso all’Idea Hotel.

Dopo il meeting Marcell Jacobs ha offerto ottime birre e cannoli siciliani a tutti i presenti, Matteo Melluzzo compreso.

E’ stata una serata indimenticabile dopo lunghi mesi di lavoro che hanno portato, però, a soddisfazioni enormi.

 

Marcell Jacobs, l’uomo più veloce al mondo, a Savona nel 2021

 

Come sei arrivato ad organizzare un evento così importante come il Meeting Internazionale Città di Savona?

Tutto parte dalla spasmodica ricerca della massima performance tecnica. Oltre a questo, però, c’è un aspetto assolutamente fondamentale: i rapporti personali che sono riuscito ad instaurare in questi anni con la Federazione Nazionale, con gli allenatori e, soprattutto, con gli atleti.

Il successo è arrivato piano piano e così anche gli sponsor del Meeting.

Certo, con il tempo il clamore a livello mediatico ha richiamato sempre più campioni anche dall’estero e gli sponsor sono, ovviamente, aumentati. 

Se oggi siamo a questi livelli mi sento di voler ringraziare, su tutti, due persone

Il Presidente della Fondazione de Mari Luciano Pasquale e l’amministratore delegato della ditta Noberasco Mattia Noberasco.

Sono stati loro a credere in questo progetto fin dal 2016 e se oggi il Meeting è a questi livelli è anche merito loro.

C’è una cosa durante il Meeting che ti emoziona più di altre?

Mi emoziona l’emozione degli atleti che aspettano tutto l’anno di venire a Savona per gareggiare: è un’emozione intensa che mi ripaga di tutti gli sforzi e sacrifici.

Le donne sono protagoniste di questa edizione del Meeting. Qualche aspettativa in particolare?

In primis, grazie alle donne! Mi sento di dire che le più grandi sorprese di questa edizione arriveranno proprio dalle atlete donne.

Marco, hai un sogno nel cassetto da realizzare nei prossimi anni?

Sì, ho un importante sogno nel cassetto al quale tengo tantissimo.

Vorrei riuscire ad organizzare un meeting della Diamond League e di certo mi impegnerò a fondo affinché anche questo sogno si realizzi!

 

La bocca della verità

 

la bocca della verità banner LiguriaToday

Venti curiosità per conoscere ed apprezzare meglio

MARCO MURA

 

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Nome completo e soprannome

 Marco Mura detto Mourinho

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Le tue origini

 Mamma ligure, papà sardo

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Età

Nato a Savona il 21/06/1969, segno zodiacale gemelli

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Studi

 Diploma di Ragioneria

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Professione

Assistente Capo Coordinatore Polizia Stradale di Savona

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Famiglia

 Mia sorella Sabrina

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Una canzone

 Vado al massimo di Vasco Rossi

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un artista

 Luciano Pavarotti

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un film

Rocky

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un libro

 Il giorno in più di Fabio Volo

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Una parola/frase

 Perseverare con determinazione

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un animale

 L’istrice

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un luogo

Il mare

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Una bevanda

 Il mojito

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un piatto

 Cruditè

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un tuo pregio

 La perseveranza

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un tuo difetto

 La cocciutaggine

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un desiderio

 Essere immortale

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Un rimpianto

 Non ne ho

la bocca della verità cerchio piccolo LiguriaToday Il tuo prossimo progetto

Portare una gara di atletica in Piazza Sisto IV a Savona

 

Ti può interessare anche < Pasta pizza e mandolino ma intanto vinciamo noi!

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today