Seguici su google news
tartarughe copertina LiguriaToday

La differenza tra tartarughe di terra o di acqua

Le tartarughe tra loro, possono avere differenze sostanziali a seconda delle varie specie. In primis la differenza tra tartarughe di terra o di acqua. Questa primaria differenza farà distinzione inevitabilmente sul loro habitat, sulla loro fisicità e sui loro bisogni primari.

Esistono delle norme e delle leggi ben precise sulla detenzione delle tartarughe. A causa della diminuzione numerica di tartarughe in tutto il mondo, tra i vari Paesi sono state stabilite delle norme ben precise riguardo alla caccia, all’importazione ed al commercio delle specie considerate più a rischio estinzione.

A tutela di queste specie animali è stata redatta la Convenzione di Washington (CITES), firmata nel 1973 da 77 Paesi tra cui l’Italia, in cui si trattano argomenti come il commercio di specie animali e vegetali a rischio di estinzione.

Nota poi è anche la Convenzione di Berna, ratificata nel 1979 e tramutata in legge dal paese italiano nel 1981, che mira a tutelare le specie protette da qualsiasi forma di caccia, detenzione e commercio internazionale e nazionale.

tartarughe 2 liguria today

Tra le specie tutelate vi sono tutte le tartarughe d’acqua e di terra autoctone europee, come ad esempio:

  • Le TRIONYCHIDAE, Rafetus euphraticus, Trionyx triunguis.
  • Le DERMOCHELYIDAE, Dermochelys coriacea;
  • Le TESTUDINIDAE, Testudo greca, Testudo hermanni, Testudo marginata;
  • Le CHELONIIDAE, Caretta caretta, Chelonia mydas, Eretmochelys imbricata, Lepidochelys kempii;
  • Le EMYDIDAE, Emys orbicularis, Mauremys caspica, Mauremys leprosa;

Inoltre dal 1996 è stato aggiunto il divieto di allevare le specie di animali considerate pericolose, tra cui alcuni serpenti, coccodrilli e diverse tartarughe.

Ma andiamo ad osservare quali sono gli obblighi di legge e la modulistica necessaria per detenere delle tartarughe in casa nostra.

Per la detenzione di diverse specie di tartarughe, soprattutto per quanto riguarda quelle di terra, è diventato obbligatorio denunciare allo Stato la loro acquisizione e detenzione e successivamente la morte.

Questa normativa serve ad avere un maggior monitoraggio sulla conta delle tartarughe nel Paese.

Il servizio di registrazione si chiama Certificazione CITES ed equivale ad una modulistica necessaria ed obbligatoria. Potrete trovare tutte le informazioni utili sul sito del CITES . Inoltre in ogni regione è presente almeno un ufficio competente a cui potersi rivolgere di persona.

Un altro sito utile per ottenere questa tipologia di documentazione è quello di Tartaclub Italia, dove è possibile scaricare direttamente tutti i moduli necessari.

Ci teniamo a ricordarvi che è assolutamente vietato dalla legge italiana prelevare esemplari in natura. Le sanzioni per chi compie questi atti sono elevate e possono finire in procedure penali.

Infine è severamente vietato anche l’abbandono di queste specie.

tartaruga 1 liguria today

Per scegliere quale delle due tipologie di tartarughe fa al caso nostro, dovremo basarci su alcune caratteristiche, ad esempio:

  • Le tartarughe di terra sono più longeve, quasi centenarie, per questo bisogna tener conto anche della nostra età quando le andiamo a scegliere come compagne di vita.
  • Le tartarughe di terra possono arrivare a pesare anche più di 40 chili, hanno quindi bisogno di un ampio spazio con habitat specifico per le loro esigenze. Invece le tartarughe di acqua, avranno bisogno di una vasca dalle dimensioni appropriate.
  • Le tartarughe di terra sono più socievoli di quelle di acqua.
  • Entrambi i loro habitat, devono essere regolarmente puliti ed igienizzati.
  • Se non vi aggrada l’idea di nutrire la vostra tartaruga d’acqua con gli insetti, vi converrà scegliere una tartaruga di terra che è erbivora.

La principali differenza tra la tartaruga di terra o di acqua è l’habitat in cui vivono. 

Infatti le tartarughe di acqua passano la maggior parte del tempo in acqua e solo occasionalmente si spostano sulla terra ferma. Quelle di terra invece vivono esclusivamente fuori dall’acqua.

Le tartaruga d’acqua, salgono sulla terra principalmente per stare un po’ di sole, per deporre eventuali uova, o per ibernarsi in inverno.

Ma quali sono le principali caratteristiche fisiche?

La prima differenza evidente è la diversa forma della corazza, a cupola, pesante e spessa nella tartaruga di terra, poiché ha bisogno di una maggiore protezione dagli elementi ambientali e dagli altri animali.

La corazza risulta invece più leggera, meno a cupola e sottile nella tartaruga d’acqua, poiché dev’essere libera di muoversi in un ambiente acquatico.

Un’altra sostanziale differenza è quella della forma delle zampe, quelle della tartaruga di terra risultano robuste, adatte a reggere sul terreno il peso della pesante corazza, hanno una base piatta presentano delle sottospecie di artigli, mentre quelle d’acqua sono abbastanza dritte, sottili e con la base palmata adatta per la necessità di a nuotare.

 

 

Riguardo all’alimentazione, quelle di terra hanno una nutrizione prevalentemente vegetale, a base di verdura fresca, frutta e fieno e possono solo occasionalmente mangiare insetti, mentre le tartarughe d’acqua sono tendenzialmente onnivore  e si nutrono principalmente di insetti, mangime per pesci e di vegetali freschi.

Un altro fondamentale aspetto che differenzia le due specie, è l’aspettativa media di vita, poiché le tartarughe di terra possono vivere fino a 150 anni, con un’aspettativa media di 60/80 anni, mentre quelle di acqua hanno un’aspettativa di vita media di 20/40 anni, fatta eccezione di quelle di mare che vivono anche 60/70 anni.

Un elemento invece che le accomuna, è che entrambe le specie vanno a deporre sulla terra ferma, con l’unica differenza che quelle d’acqua seppelliscono le uova e poi le abbandonano, invece quelle di terra crea il nido e lo protegge fino a qualche settimana dopo la schiusa.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per comprendere al meglio la differenza tra tartarughe di terra o di acqua. E se vorrai raccontarci la tua esperienza personale sull’argomento, i commenti sono sempre ben accetti.

Vi aspettiamo al prossimo Articolo!!

Ti può interessare leggere > Giochi per cani

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Chiara | Nachiko & co

nachiko&avery
Mi chiamo Chiara ed i miei cani si chiamano Nachiko & Avery, fin da piccola ho sempre avuto la passione per gli animali, soprattutto per i cani. Grazie a loro ho deciso di accrescere la mia cultura cinofila, leggendo libri, partecipando a webinar e collaborando con centri cinofili ed associazioni. Spero con i miei articoli di potervi aiutare a sviluppare le vostre conoscenze sul mondo della cinofilia e degli animali.

Lascia un commento

Liguria.Today