Seguici su google news
Più cuore operazione Madagascar
Monitoraggio cardiaco

Più Cuore O.D.V, una missione chirurgica genovese in Madagascar

Sono quattro operatori sanitari genovesi i componenti della missione chirurgica che per un mese consecutivo ha operato e curato la popolazione di alcuni villaggi in Madagascar. 

Pietro Grondona, medico chirurgo dell’Ospedale Villa Scassi di Genova

Francesco Floris, medico chirurgo dell’Ospedale Villa Scassi di Genova

Marco Lattuada, medico anestesista dell’Ospedale Galliera di Genova

Cristabel Rossi, strumentista e ostetrica dell’Ospedale Galliera di Genova

 

L’equipe di dottori che ha curato in Madagascar

 

Partita da Genova con 160 kg di materiale ospedaliero come bagaglio, e dopo un viaggio lungo 4 giorni, l’equipe genovese è arrivata ad Andavadoaka, piccolo villaggio nel sud del Madagascar, per stabilirsi nell’ospedale costruito e gestito dall’Associazione Amici di Ampasilava.

Questo piccolo ospedale comprende uno spazio separato chiamato la Corte dei Gechi. Ed è in questo spazio che l’equipe genovese ha “montato” la sua sala operatoria da campo. Dove ogni giorno, a partire dalle 6 del mattino e col sole già alto, ha visitato e operato persone che giungevano lì anche da 100Km di distanza. Chilometri percorsi spesso a piedi lungo l’unica strada sabbiosa, una specie di fiume in cui confluiscono le stradine dei vari villaggi.

E ogni giorno, per un mese, l’equipe genovese ha lavorato con le ore di energia elettrica disponibili quotidianamente, ricorrendo spesso al gruppo elettrogeno e alle “magie” elettriche e informatiche, per così dire, dei due tecnici al seguito dei medici.

Dimenticandosi delle varie specializzazioni settoriali, ogni membro dell’equipe ha collaborato in vari modi a un progetto che è risultato vincente grazie al culto maniacale del dettaglio, all’assunzione della responsabilità dell’anamnesi e della relativa decisione sulla scelta da prendere, all’adattamento al problema del paziente e a un fortissimo spirito di collaborazione e di fiducia reciproca.

Nella sala convegni gremita del Novotel al Porto Antico,

 

Sala Convegni Porto Antico

 

Pietro Grondona ha esposto anche i numeri del successo del progetto realizzato grazie a 18.500 euro di contributi privati:

  • 80/100 visite complessive
  • 29 persone operate
  • 100% percentuale di dimissioni al termine della missione
  • 91% di riuscita del decorso operatorio
  • 1 decesso
  • età dei pazienti maggiore di 16 anni 83%

I campi di intervento sono i seguenti: Chirurgia Generale, Chirurgia Pediatrica, Chirurgia Plastica, Ginecologia, Urologia.

 

Associazione Più Cuore

 

Dopo avere raccontato e illustrato la missione compiuta, il dottor Grondona ha annunciato la nuova missione in Madagascar che partirà da Genova il 22 ottobre 2022.

E per la quale è possibile dare un contributo all’Associazione PIU’ CUORE con un bonifico al seguente IBAN della Banca CARIGE

IT 69L 0617501406000002910480

o donando il 5 per mille a PIU’ CUORE O.D.V. aggiungendo la firma e il codice fiscale 95229200100 nel riquadro SOSTEGNO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE della dichiarazione dei redditi.

 

Questo servizio è stato realizzato da Mauro Repetto Pinna e Roberto Baghino

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today