Seguici su google news

Porto Petroli di Genova S.p.A. – Paolo Ravera confermato Presidente

E’ stato nominato nella riunione di oggi 28 aprile il nuovo Consiglio di Amministrazione della Porto Petroli di Genova S.p.A. 

E sempre nella stessa riunione, Paolo Ravera è stato confermato presidente per il prossimo triennio 2022/24. Una rielezione frutto dell’ottimo lavoro svolto e dell’unanime apprezzamento del Consiglio per i risultati raggiunti.

Paolo Ravera ha condotto molto bene la Società durante il periodo critico della pandemia nel 2020, per poi segnare un + 24,3% nei traffici del terminal petrolifero genovese, superando i 12 milioni di tonnellate di prodotti movimentati. 

Durante il triennio appena finito, grazie alla gestione di Paolo Ravera la Porto Petroli è riuscita anche a ottenere il rinnovo della Concessione Demaniale per un periodo di 15 anni, con scadenza 2036.

Paolo Ravera, classe 1958, ingegnere civile, è alla testa di Porto Petroli di Genova S.p.A. dall’agosto del 2020. Dopo alcune esperienze in società di progettazione, nel 1987 entra nel mondo delle Oil Company con incarichi sempre più importanti, passando da Italiana Petroli ad Agip Petroli, e dal 2007 in Eni, dove ricopre tutt’ora il ruolo di Responsabile di Logistica Secondaria nella Direzione Energy Evolution, GTR&M (Green/Traditional Refining and Marketing).

Paolo Ravera fa anche parte del Consiglio Generale di Confindustria Genova, dove ricopre le cariche di Vicepresidente del Gruppo Prodotti Chimici ed Energetico Petroliferi, e di Consigliere della Sezione Risorse Energetiche.

Oggi è stato dunque rieletto Presidente della Porto Petroli di Genova S.p.A., la Società che gestisce dal 1986 il terminale petrolifero di Genova Multedo per lo sbarco, l’imbarco e il trasferimento di petrolio grezzo, prodotti petroliferi e petrolchimici.

Grazie a numeri davvero importanti, 12 milioni di tonnellate di prodotto e una media di 400 navi all’anno, il terminal genovese, collegato a una rete di oleodotti di proprietà di terzi, svolge un ruolo essenziale nell’approvvigionamento energetico del sistema economico nazionale e del nord Italia in particolare.

Con un fatturato medio annuo di oltre 15 milioni di euro, tutto derivante dai servizi offerti dalla Società, la Porto Petroli contribuisce in maniera diretta e indiretta per circa 1/4 delle entrate complessive del porto di Genova.

Le quote della Porto Petroli di Genova S.p.A., certificata secondo gli standard ISO 9001 (Qualità), ISO 45001 (Sicurezza) e ISO 14001 (Ambiente), sono suddivise tra i seguenti azionisti privati:

Ecofuel S.p.A. 40,50% – Comunione Utenti Privati 35,80% – Italiana Petroli S.p.A. 8,975% – Porto Petroli Agenti Marittimi S.r.l 8,00% – Santa Barbara S.r.l 6,725%.

La Comunione Utenti Privati è costituita da Continentale Italiana società partecipata da Q8 e Tamoil, Iplom, Carmagnani, Superba.

 

 

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today