Seguici su google news
Ponte Genova: concerto per le vittime del Morandi

Alla Basilica della Santissima Annunziata il concerto per le 43 vittime del Morandi

Il concerto in onore delle 43 vittime del crollo del Morandi, che si è svolto ieri alla Basilica della Santissima Annunziata del Vastato in Piazza della Nunziata, è stato promosso dall’Accademia Corale Stefano Tempia, dal Comitato ricordo vittime Ponte Morandi, dall’Accademia della Cattedrale di San Giovanni e dal Rotary Club Torino Duomo col patrocinio del Comune e dell’Arcidiocesi di Genova.

Per l’occasione sono stati realizzati ed eseguiti tre pezzi dalla mezzosoprano torinese Laura Capretti. Per la precisione:

14 agosto, per mezzosoprano, coro e orchestra di Giuliana Spalletti

Disoriente, per mezzosoprano e orchestra di Marco Sinopoli

Vele di luce, per mezzosoprano e orchestra di Giancarlo Zedde.

A questi tre pezzi si sono aggiunti Pastorale d’été di Arthur Honegger, Siegfried-Idyll di Richard Wagner.

Egle Possetti, presidente del Comitato ricordo Vittime Ponte Morandi, ha detto che si è trattato di “Un bel concerto con brani che scaldano il cuore, e noi ne abbiamo veramente bisogno. Una serata pensata due anni fa e che si è potuta realizzare soltanto ora. Siamo contenti di questo momento di ricordo e di riflessione, ma anche di vicinanza”.

Il concerto si è svolto a pochi giorni dall’atteso rinvio a giudizio degli imputati per il crollo del Morandi. Giovedì prossimo infatti si saprà quanti dei 59 imputati saranno processati.

L’arcivescovo di Genova Marco Tasca ha detto che “Il crollo del Morandi è una ferita ancora aperta in città, un dolore che si sente ancora vivo” e ha aggiunto “chiedo questa grazia: insieme possiamo cercare di avere un momento importante anche di giustizia”.

Mentre Ilaria Cavo, assessore regionale alla Cultura, ha affermato che “Questa sera siamo qui nel nome del ricordo ma anche della speranza, come dice il titolo di questo concerto, soprattutto ad ascoltare qualcosa di inedito e che è stato pensato proprio perché quel 14 agosto non venga dimenticato. Un brano dedicato a quel giorno, ma anche un brano dedicato a Genova: Vele di luce, un’ode alla sua capacità di intraprendere nuove rotte e di ricostruire sulle fondamenta della memoria collettiva”.

Il brano Vele di luce prende spunto da una descrizione genovese di Anton Cechov

Per le strade di Genova cammina una folla meravigliosa. Quando si esce, di sera, tutta la strada è colma di gente. Poi te ne vai a zonzo, senza una meta tra quella folla; vivi della sua vita, ti confondi a lei nell’anima; e cominci a credere che possa esistere una sola anima universale.

 

 

 

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today