Seguici su google news
fumetto Steve Debrevi autismo
"Gli Invincibili", il fumetto di Steve Debrevi che racconta l'autismo

Gli Invincibili di Steve Debrevi: il fumetto che racconta l’autismo

Il disegnatore genovese Steve Debrevi presenterà Gli Invincibili venerdì 1 aprile a partire dalle ore 15 presso Comics Sans a Genova Sestri Ponente

Nato da un’idea di “Insieme si può Sarno” il fumetto Gli Invincibili” è un progetto con immagini e testo in grado di trasmettere un importante messaggio in modo semplice e allo stesso tempo divertente.

I protagonisti del fumetto infatti sono cinque bambini che presentano i tratti tipici dell’autismo, caratteristiche che in queste pagine si trasformano nel loro personale super potere.

Piccoli grandi eroi che fanno conoscere il mondo dell’autismo e che combattono insieme le ingiustizie in difesa dei più deboli.

“L’autismo non è un dono e per molti è una lotta senza fine contro scuole, luoghi di lavoro e bulli. Ma da un certo punto di vista può essere un superpotere” ha dichiarato in più di un’occasione Greta Thunberg.

 

 

Un mondo spesso estraneo e sconosciuto ai più, quello dell’autismo, e di cui non si deve aver paura, ma piuttosto maggiore consapevolezza e conoscenza.

In Italia si stima che circa un bambino su 77 di età compresa tra i sette ed i nove anni soffra di un Disturbo dello Spettro Autistico, con una prevalenza maschile di quattro a uno.

L’autismo, termine derivante dal greco aütós che significa stesso, è un disturbo che interessa la compromissione dell’interazione sociale dell’individuo che presenta anche un deficit della comunicazione verbale e non verbale.

La diagnosi avviene di solito entro i trenta mesi di vita del soggetto, anche se i genitori si accorgono precocemente di comportamenti anomali. E proprio per la molteplicità delle caratteristiche presentate da ciascun soggetto oggi si preferisce parlare di Disturbi dello Spettro Autistico.

Sconosciute ad oggi le cause, le terapie sono da ricercarsi in ambito neuropsichiatrico e non prettamente psichiatrico poiché la Sindrome dello Spettro Autistico è di origine neurologica e non può essere classificata come un disturbo mentale.

Il progetto si sviluppa in collaborazione con l’Associazione “Lo Scarabocchiatore”, con lo sceneggiatore Marco Ferrandino e con il disegnatore genovese Steve Debrevi. Marco Bianchini ai disegni e William Bondi ai colori hanno realizzato la splendida copertina.

Quella del  1° aprile sarà la prima presentazione ufficiale, un giorno prima della Giornata Mondiale dell’Autismo.

Ancora una volta l’arte, il talento e la cultura come veicolo di sensibilizzazione e di inclusione.

L’ appuntamento è presso la fumetteria Comics Sans di Sestri Ponente in via Guido Sette 29 a Genova dove sarà presente l’illustratore Steve Debrevi per un firmacopie.

Ed è stata proprio la sua mano talentuosa ad aver dato vita ai personaggi del fumetto. Personaggi in parte ispirati anche a persone vere che con la speciale sceneggiatura di Marco Ferrandino raccontano simpaticamente la storia e la realtà di questi bambini. Una realtà percepita in maniera diversa, rappresentata in questo caso dal fumetto stesso.

Un progetto solidale che ha anche lo scopo di sostenere l’Associazione “Insieme si può Sarno”, da anni impegnata con iniziative di inclusione e di appoggio alle famiglie che vivono quotidianamente i problemi legati all’autismo.

 

Associazione “Insieme si può Sarno”

http://www.ibambinidellefate.it

Marco Ferrandino

https://www.facebook.com/marco.ferrandino.1

“Lo Scarabocchiatore”

https://loscarabocchiatore.it/

Steve Debrevi

linktr.ee/stevedebrevi

 

Può interessarti leggere anche > AMIU GO: un videogioco per sensibilizzare alla raccolta differenziata

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Rosella Schiesaro

Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Lascia un commento

Liguria.Today