Seguici su google news

Ucraina: il parallelo tra Mariupol e Genova di Zelensky

“A Mariupol non c’è più niente, solo rovine. Immaginate la vostra Genova completamente bruciata, dove gli spari non smettono neppure un minuto. Immaginate la fuga da Genova di persone che scappano in pullman per stare al sicuro”.

Questo il parallelo con Genova fatto dal presidente Zelensky in video collegamento con il Parlamento italiano. Parole che rimandano ovviamente agli anni della seconda guerra mondiale. Quando Genova subì pesanti bombardamenti dal cielo e dal mare che uccisero 2 mila civili e distrussero 11 mila edifici.

Un parallelo che viene definito calzante, sia perché Mariupol e Genova sono entrambe porti strategici- Mariupol si affaccia sul mare d’Azov, sia per le dimensioni simili delle due città, ma anche, e non per ultimo, per l’esistenza di gallerie rifugio che hanno permesso di resistere e di salvare molte vite.

La città ucraina,, tra l’altro, è gemellata dal 1990 con Savona, nella quale c’è un cinema che si chiama appunto Mariupol in onore di questo legame.

Nell’immagine si vede Genova illuminata dai bengala lanciati dagli aerei britannici all’inizio dell’incursione nell’autunno 1942.

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today