Seguici su google news
banche Liguria
Banca Carige

Banca Carige venduta a Bper

Alla fine l’accordo è stato trovato, e il Fondo Internazionale per la tutela dei depositi (Fitd) ha approvato l’offerta di acquisto del gruppo Bper. Banca Carige è quindi di proprietà di Bper in virtù del passaggio dell’80% che era in mano a Fitd. Per il quale Bper ha offerto 1 euro e chiesto che il Fondo provveda a ricapitalizzare Carige per 530 milioni di euro. Mentre il closing dell’operazione è previsto entro il 30 giugno salvo le autorizzioni di Bce.

In pratica, la banca modenese ha acquistato l’80% di Carige alla cifra simbolica di 1 euro, e con il lancio di un’Opa a 80 centesimi di euro sulla parte di capitale non in mano al Fitd previa una ricapitalizzazione a carico del Fondo per 530 milioni.

Nella giornata di ieri c’è stata una sorta di accelerazione per concludere il passaggio di proprietà, così da:

evitare per Carige interventi più massicci sul capitale come richiesto dagli organi di vigilanza della Bce in caso di mancata fusione

permettere a Bper di beneficiare di oltre 320 milioni di benefici fiscali se l’operazione si conclude entro il 30 giugno.

Il nuovo gruppo bancario che prenderà forma a giugno sarà il quarto a livello nazionale dopo Intesa, Unicredit e Bpm, con 209 milioni di attivo e crediti verso la clientela per oltre 119 milioni, 25 mila dipendenti e 2.604 sportelli. Inoltre sembra che Bper manterrà il marchio Carige, lasciando alla banca ligure una sua “autonomia”. Il sindaco Bucci e il presidente Toti si sono dichiarati soddisfatti della cessione, e si augurano che si

“Possa cominciare un percorso di lungo respiro in cui venga soprattutto tutelata la territorialità di Banca Carige, e salvaguardati i risparmiatori e le imprese che su Carige hanno sempre contato e su cui continueranno a contare”.

Per Bucci e Toti, quindi, Carige deve essere un riferimento centrale per la Liguria anche da un punto di vista occupazionale, così come lo è sempre stata in questi anni. L’assessore allo sviluppo economico Andrea Benvenuti ha commentato così l’approvazione del Fitd

“Garantire la territorialità con adeguato sostegno alle attività economiche e attenzione ai livelli occupazionali. Questo è ciò che auspichiamo si realizzi nella nuova vita di Banca Carige. Come Regione Liguria abbiamo apprezzato lo sforzo del management nell’uscire dal mare tempestoso in punta di piedi, senza tanto clamore come è costume dei genovesi. Ci aspettiamo altrettanto impegno e dedizione dai nuovi azionisti, confidenti che verrà garantita l’essenzialità che Carige ha sempre rappresentato per la nostra regione, evitando logiche speculative che non farebbero altro che impoverire ulteriormente il nostro tessuto economico”.

La cessione ha fatto balzare Carige in Piazza Affari con un avanzamento del titolo del 2,64% a 0,793 euro, a ridosso degli 0,8 euro a cui la banca modenese lancerà ‘Opa sul restante 20% della cassa genovese.

 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today