Seguici su google news
fondi rigenerazione comuni liguri
Photo by Pixabay

Rigenerazione urbana: in arrivo i fondi stanziati per i comuni liguri

Pare che la rigenerazione urbana, così come la intendiamo oggi, sia nata in Inghilterra sotto la regina Vittoria.

E indicava la volontà, o il tentativo, di cambiare le disastrose condizioni di vita causate dall’industrializzazione.

A Parigi, invece, intorno al 1850, Napoleone III incaricò il barone di Haussmann di realizzare una riqualificazione estetica di Parigi.

Queste doppia “origine” del concetto moderno di rigenerazione urbana, e cioè di un programma di riqualificazione di un territorio come rimedio al degrado urbano, comprende quindi un progetto estetico e un progetto sociale.

Ciò che manca, di solito, nel progetto sociale, è la rigenerazione umana, per così dire, dato che il degrado urbano non si compie da solo, ma con l’aiuto degli uomini.

Rieducare i cittadini alla bellezza e alla condivisione del bene comune dovrebbe essere alla base di ogni progetto di rigenerazione urbana. Perché bellezza e bene comune non sono concetti così scontati.

Detto questo, ecco la notizia tanto attesa.

Il decreto del Ministero dell’Interno, di concerto con il Ministero dell’Economia e quello delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, ha individuato i Comuni beneficiari del contributo.

Contributo previsto per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

In particolare, per gli anni 2021-2026 i contributi in questione, confluiti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), ammontano complessivamente a 3,4 miliardi di euro.

Tra i Comuni beneficiari sono 11 quelli liguri, 42 i progetti approvati per un totale finanziato di 102.453.970,37 euro.

Si tratta di Albenga, Chiavari, Genova, Imperia, La Spezia, Rapallo, Sanremo, Sarzana, Savona, Sestri Levante e Ventimiglia.

I progetti aggiudicatari:

Provincia di Imperia: 1 al comune di Ventimiglia, 11 Imperia e 2 Sanremo per un totale di quasi 35 milioni;

Provincia di Savona: 1 Albenga e 4 Savona per oltre 20 milioni;

Provincia della Spezia: 4 La Spezia e 1 Sarzana per oltre 12 milioni;

Città metropolitana di Genova: 1 Chiavari, 3 Rapallo, 4 Sestri Levante e 10 Genova, per oltre 34 milioni.

Le tipologie di interventi finanziati riguardano:

  • manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, anche compresa la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle pertinenti aree;
  • miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive;
  • mobilità sostenibile.

I comuni hanno tempo fino al 30 settembre 2023 per l’affidamento dei lavori.

Il Ministero dell’Interno provvederà a erogare i contributi ai Comuni beneficiari secondo la seguente modalità:

30% del finanziamento, previa verifica dell’avvenuto affidamento dei lavori attraverso il sistema di monitoraggio di cui all’art. 6, comma 1;

60% sulla base degli stati di avanzamento lavori o delle spese maturate dall’ente, così come risultanti dal sistema di monitoraggio di cui all’art. 6 comma 1;

10% previa trasmissione, al ministero dell’Interno, del certificato di collaudo, ovvero del certificato di regolare esecuzione rilasciato per i lavori dal direttore dei lavori, ai sensi dell’art. 102 del codice di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

 

TI può interessare anche > Genova, seconda città più cara di un’Italia più povera

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info D.Barabino

Marketing Strategist per M&R Comunicazione, collaboro con la redazione del nostro progetto più bello.

Lascia un commento

Liguria.Today