Presentato all’Albergo dei Poveri “Lady Constance Lloyd”, il nuovo romanzo di Laura Guglielmi

Si è svolta ieri, all’interno della suggestiva cornice dell’Albergo dei Poveri di Genova, nell’ambito della serie di eventi organizzati in collaborazione con Feltrinelli, la presentazione del romanzo “Lady Constance Lloyd” l’ultimo libro di Laura Guglielmi, esperta di giornalismo culturale, scrittrice e docente all’Università di Genova.

Presentazione libro Laura Guglielmi
Lisa Galantini legge alcuni passaggi del romanzo “Lady Constance Lloyd”. Seduta a destra, l’autrice Laura Guglielmi.

 

L’incontro è stato introdotto dalla sociologa Luisa Stagi, che ha intervistato a più riprese l’autrice. Mentre l’attrice Lisa Galantini, con la lettura sapiente di alcuni passi del testo, ha saputo far rivivere il personaggio a cui la Guglielmi ha conferito una nuova soggettività.

Sì, perché Lady Constance Lloyd – conosciuta soltanto come moglie di Oscar Wilde e dimenticata con i loro due figli dalla storia, dopo il processo per sodomia che vide condannare lo scrittore a due anni di lavori forzati – grazie al romanzo edito da Morellini, ci appare sotto una nuova luce.

"Lady Constance Lloyd" il nuovo romanzo di Laura Guglielmi
“Lady Constance Lloyd” il nuovo romanzo di Laura Guglielmi

 

Le ricerche della Guglielmi ce la restituiscono come una donna dallo spessore culturale non inferiore a quello del marito, che non a caso ne rimase folgorato sentendola recitare la Divina Commedia in lingua originale.

Scrittrice anch’essa, prese parte attiva al movimento femminista inglese dell’età vittoriana.

Lungi dall’esserne vittima – sostiene l’autrice – visse in realtà un grande amore con Oscar Wilde, che non abbandonò neppure dopo lo scandalo dal quale vennero entrambi travolti.

Fuggita dall’Inghilterra, si riparò con i figli proprio in Liguria e qui morì a soli 39 anni, a seguito di un intervento chirurgico insensato, venendo poi sepolta nel Cimitero di Staglieno.

Ma ora, restituita alla sua storia, alla sua parte di verità, è tornata a vivere per sempre, nelle pagine di questo romanzo.

Se ti piacciono i romanzi, può interessarti anche > “I sette mariti di Evelyn Hugo” è approdato nelle librerie grazie a Mondadori

Condividi su

Info Maria Paola La Magna

Studi giuridici. Ha svolto attività di PR per i primi 15 anni lavorativi, per poi dedicarsi al settore della Comunicazione nella Pubblica Amministrazione. Per passione è stata una pioniera dell'Home Restaurant a Genova. Il senso della continua ricerca estetica le proviene dal padre, il pittore genovese Raimondo La Magna.

Un commento

  1. Bella questa digressione letteraria, ma aspetto ogni settimana con curiosità e interesse l’argomento culinario….brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Liguria.Today