Proibiti i lamenti: racconti brevi e asciutti come scatti fotografici

“Proibiti i lamenti” è una raccolta di racconti brevi che esaspera il disagio di una nuova quotidianità, che deve fare i conti con mascherine, precarietà e incertezza interiore. La prosa è serrata, periodi brevi che vogliono lasciare poco respiro come a voler trasmettere l’ansia che non è palesata con le parole.Proibiti i lamenti LiguriaToday raccolta di racconti brevi

Ogni racconto di Roberto Baghino ricorda la cadenza delle gocce d’acqua che cadono in modo continuo, senza fermarsi. Parte, secco, come un temporale estivo. È come un acquazzone di situazioni in cui l’angoscia e la solitudine prevalgono sulla speranza e la condivisione. Non sono racconti leggeri, di quelli che ti aiutano a staccare il cervello dal quotidiano. Sono scatti di vita privi di fiducia nel sistema, dove affanno, afflizione e inquietudine aleggiano sul lettore come un soffocante abbraccio.

Vi lascio un estratto che mi è rimasto particolarmente impresso:

[…] i residenti si guardavano, si adagiavano, rinunciavano, non ridevano, non scherzavano, non volevano, non piangevano, non osavano, digrignavano e digrignano ancora.

E i personaggi di Baghino digrignano, digrignano tutti: il proprietario di una locanda ormai chiusa che prende ordinazioni allo specchio, la donna che al posto della mascherina indossa una boccia di lampione da giardino, il maestro di pianoforte distrutto economicamente dalla crisi Covid …all’autore va il merito di far arrivare forte e chiaro quel silenzioso scricchiolio.

“Proibiti i lamenti” lascia un’inquietudine che urla a gran voce quanto ci sia forte il bisogno di speranza.

Giada _del blog Le Tazzine di Yoko

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Blog Le Tazzine di Yoko

Avatar photo
Blog di libri e non solo. Siamo un gruppo di ragazze che amano parlare delle loro letture e condividere con esuberanza il loro quotidiano.

Lascia un commento

Liguria.Today