Seguici su google news
EdiliziAcrobatica

Doppia fune in sicurezza: la rivoluzione di EdiliziAcrobatica

Palazzi alti come montagne… A volte si paragonano gli edifici delle città ai monti e le strade a valli o (quando sono molto strette, come i caruggi genovesi) a canyons; ma non è solo un modo di dire. Può essere un modo di fare. E lo è per chi lavora salendo e scendendo lungo le pareti verticali dei palazzi come se fossero la Nord dell’Eiger, le falesie di Capo Noli, il Diedro Rosso di Finale Ligure.

Sono gli uomini e le donne di EdiliziAcrobatica, azienda internazionale ma con la “testa” a Genova, leader nel settore dell’edilizia operativa in doppia fune di sicurezza. Presente in oltre centro aree operative in tutt’Italia, nel sud della Francia e in Spagna, portatrice di una rivoluzione edilizia che rispetta l’ambiente e le persone.

Operai di EdiliziAcrobatica si calano dal tetto di un palazzo con le funi

Grazie alla sua tecnica sostenibile e poco invasiva effettua lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza, imbiancatura in tempi rapidi , non usando ponteggi e quindi non dedicando giornate di lavoro al loro montaggio.

Inoltre senza i ponteggi si evitano i rischi di incursioni dall’esterno e durante le giornate di cantiere chi vive negli edifici può continuare ad aprire le finestre e accedere al balcone in tranquillità; i monumenti artistici rimangono visibili senza “impacchettamenti” e godibili da tutti.

La storia di EdiliziAcrobatica

Tutto nasce dal sogno di Riccardo Iovino, skipper genovese con la passione per il mare, il vento e le grandi altezze. Un giorno, nel 1994, decise di aiutare un amico a sostituire una grondaia usando la tecnica della doppia fune di sicurezza con cui si arrampicava sugli alberi delle barche a vela. Si dice che ogni rivoluzione ha inizio con un gesto semplice di un rivoluzionario (pensiamo al “che l’inse?” del Balilla): quel gesto di Riccardo Iovino – che venne pagato con una bottiglia di vino rosso – fu l’inizio di una rivoluzione nell’edilizia italiana.

Ora passiamo dal Balilla a Steve Jobs… Anche la storia di successo di EdiliziAcrobatica parte da un garage, quello in cui Riccardo ‘apre’ la sua azienda. La sua idea di non utilizzare ponteggi ma funi e attrezzature per calarsi dai tetti di Genova, velocizzando e rendendo più economici gli interventi di ristrutturazione e manutenzione sui palazzi, sfrutta un veloce passaparola e arriva presto il momento in cui Iovino deve cercare i suoi primi operai, a cui deve insegnare la sua tecnica.

I “veterani” di EdiliziAcrobatica raccontano che quelli sono stati anni di intenso lavoro, giornate di euforia, entusiasmo e passione. Quei primi Acrobatici erano ben consapevoli che stavano vivendo una sfida, un sogno che si stava trasformando in una realtà rivoluzionaria che modificava il modo di fare edilizia a maggior tutela degli operai e dei residenti dei palazzi e che creava occupazione.

Operaio su funi che installa dissuasori anti-volatili

Una sfida di successo

Nel 2007 Riccardo Iovino entra in società con Anna Marras, esperta in selezione e formazione di risorse umane, e qui inizia la grande crescita dell’azienda, che lascia il garage in cui era nata, apre la sua sede in Viale delle Brigate Partigiane a Genova e si espande in tutta Italia, da Firenze a Roma, da Torino a Palermo. Il modello di business messo a punto dai due soci, l’abilità nell’individuare le persone giuste da inserire in organico, i percorsi di formazione e di studio erogati dalla EDAC-OSM Partners, un’Academy interna fondata dalla stessa Anna, trasformano il sogno di una sola persona nell’opportunità per molti altri.

Nel 2015 partecipa al Salone del Franchising di Milano e oggi alle cinquanta sedi dirette del Gruppo si affiancano più di trenta franchisee, per un totale di oltre novanta aree operative che occupano più di 1000 addetti. E scusate se è poco… Nel novembre 2018 EdiliziAcrobatica viene quotata sul segmento AIM di Borsa Italiana e nel febbraio 2019 entra su Euronext Growth, il mercato europeo del capitale scambiato a Parigi.

EdiliziAcrobatica: oltre l’Italia e oltre l’edilizia

Ma se una rivoluzione è possibile in una nazione deve esserlo certamente anche in altre… Così nel 2019 si acquisisce un’azienda di Perpignan, in Francia, specializzata nello stesso settore, salvando decine di posti di lavoro. Oggi Acrobatica conta otto aree operative nel Midi francese.

La pandemia da Covid-19 e il blocco dei cantieri nella primavera 2020 induce l’azienda a trasformare la crisi in una nuova occasione di crescita, inaugurando una linea multiservizi dedicata alla pulizia, alla sanificazione e alle disinfestazioni.

Non solo: il lockdown è lo stimolo alla creazione della prima App italiana che consente agli amministratori di condominio di tenere da remoto le riunioni con i propri amministrati.

Non esiste l’impossibile – racconta Riccardo Iovino – quando esiste una determinazione incrollabile. Quando raccontavo ai miei amici di voler rivoluzionare il mondo dell’edilizia, eliminando i ponteggi e le impalcature in favore della doppia fune di sicurezza, mi dicevano che ero matto. Ma io ero certo che la mia idea era quella giusta, e che tutto dipendeva solo dalla mia volontà, dalla mia fiducia in questa idea.

Solo scegliendo di condividere il tuo sogno – aggiunge Anna Marras – con i talenti che selezioni, formi e guidi verso il successo che puoi davvero realizzarlo. E oggi vediamo un’EdiliziAcrobatica che ha rivoluzionato il modo di fare edilizia in Italia e sta iniziando a rivoluzionarlo nel mondo. I limiti non sono le frontiere tra i paesi ma solo i confini che la nostra mente decide di non superare”.

Operai al lavoro sulla Torre Telecom di Roma

Le persone sono la risorsa più preziosa.

Quelle che lavorano ogni giorno condividendo l’obiettivo del Gruppo. Qui si crede nell’inclusione, nella meritocrazia, nel sostegno mirato per ciascuna delle risorse aziendali. I numeri e il successo ottenuto fino ad oggi  sono semplicemente il risultato dell’impegno quotidiano nel trasformare in azione i valori. Ognuno si sente coinvolto in prima persona nel progetto condiviso di fare della tecnologia Acrobatica la tecnologia edile più diffusa nel mondo.

Nel 2021 viene lanciato ESG (Environmental, Social, Governance) con cui EdiliziaAcrobatica, nell’ambito del progetto Global Compact delle Nazioni Unite, si propone di generare un’impatto positivo sulla società e l’ambiente in cui opera.

Sempre quest’anno viene fondata EnergyAcrobatica110, dedicata a sostenere gli amministratori di condominio e i condomini nell’espletamento delle pratiche legate all’incentivo del 110% per poterne beneficiare senza rischi nella modalità più semplice.

Ultimo (finora) passo è stato, nel mese di maggio, l’acquisto di un ramo dell’azienda catalana Accés Vertical, che permette ad EdiliziaAcrobatica di entrare nel mercato spagnolo e proseguire il suo percorso di internazionalizzazione. https://ediliziacrobatica.com/

Grazie a Deborah Dirani, Communication Manager di EdiliziAcrobatica SpA, per le informazioni e le foto

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Gianni Dall'Aglio

Avatar photo
Genovese, per ragioni familiari divido (anzi, raddoppio) la mia vita tra Genova e Sanremo. Dopo la laurea in Geologia ho lavorato all’Università di Genova ma da più di vent'anni collaboro con case editrici locali e nazionali come autore di libri, guide, articoli su turismo, storia, arte e scienze; sono Direttore Responsabile del Gazzettino Sampierdarenese, socio del Club per l'UNESCO di Sanremo e delegato regionale del FAI, Fondo Ambiente Italiano. La mia famiglia comprende anche cinque gatti e un numero quasi incommensurabile di alberi di bosco e piante da giardino.

Lascia un commento

Liguria.Today