post G8
La carica della polizia contro i manifestanti in Corso Torino durante il G8 di Genova del 2001

Alla generazione post-G8

Approssimandosi il ventennale dei tragici fatti accaduti a Genova in occasione del G8, si minacciano commemorazioni, esorcismi e lustrazioni varie. Come quasi sempre accade, l’apparato commemorativo dispiega tutta la sua capacità retorica per allontanare non solo l’interesse ma anche la semplice attenzione dei più giovani, di quelli che di quei fatti non sono stati gli atterriti testimoni.

L’apparato retorico, con tutti i suoi stereotipi, è ormai consolidato. La generazione post-G8, apparentemente, non deve fare altro che recepirli, sostituendoli a una ben informata conoscenza dei fatti.

Inconsapevolmente, la generazione del terzo millennio ha fatto proprie tutte le immagini prodotte dalle tragiche giornate di quel luglio genovese.

I ‘Black Bloc’, inafferrabili casseur; la polizia ‘nemica’; la macelleria della Diaz e le torture di Bolzaneto. La morte di Carlo Giuliani in Piazza Alimonda.

C’è ora un gran bisogno – per i giovani – di parole e ragionamenti chiari e sinceri. Anche le immagini più vere e drammatiche, richiedono infatti di essere integrate da un distacco onesto, anche coraggioso, nella narrazione di quegli eventi da parte di chi li ha vissuti.

Ci sia consentito dunque di raccomandare qua alla curiosità dei più giovani due piccoli ma densi libri scritti da due protagonisti: un uomo delle Digos e un giornalista.

G8, Genova 2001, storia di un disastro annunciato”, di Gianluca Prestigiacomo (ChiareLettere) e Giovanni Mari, Genova, vent’anni dopo, il G8 del 2001, storia di un fallimento” (People).

Un ‘disastro’ e un ‘fallimento’ di cui ancora oggi scontiamo l’esito, anche questo – a nostro avviso – voluto e annunciato: la fine violenta di un movimento davvero ‘globale’, popolare, pacificamente organizzato, che da Seattle in poi aveva grandemente preoccupato i cosiddetti ‘grandi’ della terra.

MM

articolo scritto dalla redazione de La voce del Circolo Pertini 

Immagine di copertina: Wikipedia
Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Circolo Pertini

icona Pertini
Il circolo Pertini intende agire nei vari campi della cultura, del sapere, delle arti e delle scienze e in particolare della cultura politica, con lo scopo di creare occasioni di approfondimento e di dibattito nella cultura della sinistra.

Lascia un commento

Liguria.Today