collare per cani

Quale collare per cani scegliere e come sceglierlo

Dopo aver parlato di pettorine, oggi parleremo di quale collare per cani scegliere e di come sceglierlo. Per fare questo vi darò alcune informazioni base sulle tipologie di collari esistenti, descrivendovi non solo l’aspetto estetico, ma andando anche a descrivere l’azione che esso avrà sul corpo del vostro cane.

Cominciamo col vedere i 4 vantaggi principali che il cane riceve indossando il collare:

  1. Ha una maggiore semplicità nel farlo indossare al cane
  2. Può essere sempre tenuto indossato grazie alla sua comodità
  3. Offre una comunicazione diretta tra conduttore e cane
  4. Aiuta a distogliere velocemente il cane da fonti di stress o pericoli

Adesso andiamo ad esaminare i vari modelli di collare per cani:

  • Collare Martingala
  • Collare a Strozzo
  • Collare a Semi-Strozzo
  • Collare Fisso
  • Collare Regolabile
  • Collare Retriever
  • Collare con Punte
  • Collare Elettrico
  • Collare con Museruola

Collare Martingala

Questo collare è composto da un anello più grande inserito su di una catenella od un nastrino che va ad unire due anelli più piccoli posti sul collare stesso. Il guinzaglio verrà agganciato all’anello più grande, così quando il cane cercherà di tirare, la tensione sul guinzaglio farà stringere la catenella, senza però strozzarlo, impedendo così la fuga. Adeguatamente indossato, il collare si andrà ad allentare ogni volta che il cane non tirerà contro il guinzaglio. Mi raccomando di prendere bene la misura del collo del cane prima di fare l’acquisto, così da non rischiare di comperare un collare che possa ledere alla salute dell’animale.

Collare a Strozzo

Questo collare, è formato normalmente da una catenella e da due anelli, uno di scorrimento, ed uno per l’aggancio del guinzaglio. Per avere il giusto scorrimento ed evitare di arrecare dolore al tuo cane, dovrai sempre verificare che l’anello adibito allo scorrimento sia posto esternamente e non sia a contatto con il collo del cane. Questo collare però se mal utilizzato può essere molto pericoloso, poiché stringendosi andrà a strozzare il cane rischiando di creare danni fisici permanenti all’animale.

Sembra che questo collare non sia del tutto vietato, ma lo diventa nel momento in cui diventa causa di sofferenza per l’animale. In questo caso diventa punibile penalmente e passabile di sanzione in caso di utilizzo per maltrattamento di animale. Il mio consiglio è di andare a visionare le normative vigenti nel vostro Comune.

Collare a Semi-Strozzo

Il collare a semi-strozzo risulta molto diverso da quello a strozzo, e simile al martingala. Può essere in catena, in nylon, in tessuto od cuoio. Si chiama a semi-strozzo perché, a differenza dello strozzo, si stringe ma solo fino ad un certo punto, infatti sulla lunghezza del collare, c’è una sorta di fermo che dovrebbe diminuire il rischio di strozzature. Come con il Collare a Martingala, mi raccomando di prendere bene la misura del collo del cane prima di fare l’acquisto, così da non rischiare di comperare un collare che possa ledere alla salute del vostro amico peloso.

Collare Fisso

Questo Collare, a differenza di molti altri, non può essere regolato e per evitare il rischio di fuga del cane, per via dello sfilamento del collare, dev’essere acquistato della misura esatta per il collo del nostro cane. Solitamente si apre tramite fibbia a clip ed è munito dell’anello per l’aggancio del guinzaglio.

Collare Regolabile

Può essere regolato e per evitare il rischio di fuga del cane, per via dello sfilamento del collare, dev’essere regolato della misura esatta del collo del nostro cane. Solitamente si apre tramite fibbia a clip o fibbia da cintura, ed è munito dell’anello per l’aggancio del guinzaglio.

Collare Retriever

Il collare Retriever è un guinzaglio a corda che si usa, senza collare, in quanto esso è già incorporato nel guinzaglio. In questo collare, troviamo un anello in acciaio ed un fermo in pelle che si muovono distintamente tra loro. L’anello impedisce al cappio di stringersi sul collo mentre il fermo in pelle. invece, evita che si possa allargare troppo e sfilare.

Anche questa tipologia di collare/guinzaglio va utilizzato con cognizione di causa, senza mai strattonare il cane, altrimenti si correrebbe il rischio di strangolarlo e creargli danni alla salute. Mi raccomando di munire il cane di un porta medaglietta, per evitare che una volta liberato, possa rimanere senza i vostri riferimenti in caso di fuga.

Collare con Punte

Questo Collare è generalmente in metallo e presenta delle punte rivolte verso l’interno, a contatto con il collo del cane. Se il cane tira o viene strattonato le punte premono sul collo dell’animale causandogli molto dolore.

Per quanto questo collare non sia del tutto vietato, è chiaramente una possibile causa di sofferenza per l’animale, pertanto è punibile penalmente e passabile di sanzione in caso di utilizzo, nel caso lampante di maltrattamento di animale. Il mio consiglio è di andare a visionare le normative vigenti nel vostro Comune.

Collare Elettrico

È un collare che produce una scarica elettrica sulla cute del cane, e viene gestita a distanza con un telecomando.

Sembra che questo collare non sia del tutto vietato, ma lo diventa nel momento in cui diventa causa di sofferenza per l’animale, in questo caso diventa punibile penalmente e passabile di sanzione in caso di utilizzo, per maltrattamento di animale. Come per il collare a Strozzo, anche qui il mio consiglio è di andare a visionare le normative vigenti nel vostro Comune.

Collare con Museruola

Questo collare, collega il collo dell’animale ad una museruola di stoffa che, nel caso in cui il cane esegua movimenti contrari o non richiesti dal conduttore, eserciterà una trazione sul muso impedendone il libero movimento.

Anche questo collare viene pubblicizzato come strumento utile per modificare il comportamento del tirare al guinzaglio. Tutto ciò però, senza parlare delle sensazioni di paura e di dolore che andrà a provare l’animale, impedendogli inoltre di poter utilizzare liberamente i suoi sensi quale olfatto ed eventuale gusto.

Vi lascio di seguito alcuni link che parlato di legislazione inerente al maltrattamento degli animali.

Leggi sui maltrattamenti degli animali

https://www.laleggepertutti.it/200520_maltrattamento-di-animali-cosa-prevede-la-legge#:~:text=%C2%ABChiunque%2C%20per%20crudelt%C3%A0%20o%20senza,da%203.000%20a%2015.000%20euro%C2%BB.

https://www.brocardi.it/codice-penale/libro-secondo/titolo-ix-bis/art544ter.html#:~:text=Chiunque%2C%20per%20crudelt%C3%A0%20o%20senza,a%2030.000%20euro(4).

Regolamento per la tutela ed il benessere degli animali della Gazzetta Ufficiale

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/regioni/caricaArticolo?art.progressivo=0&art.idArticolo=16&art.versione=1&art.codiceRedazionale=13R00370&art.dataPubblicazioneGazzetta=2013-09-07&art.idGruppo=3&art.idSottoArticolo=1

Regolamento per la tutela ed il benessere degli animali del Comune di Genova

https://smart.comune.genova.it/system/files/regolamenti/reg_tutela_animali_con_link-lrv-DCC-49-2019.pdf

Spero con questo articolo di avervi aiutato a scegliere il modello di collare adatto al vostro cane. Nei prossimi appuntamenti andremo a vedere più da vicino i modelli di: Guinzagli, e Museruole.

 

Se avrete dubbi o necessità scriveteli nei commenti e sarò lieta di potervi aiutare.

 

Condividi su

Info Chiara | Nachiko & co

Mi chiamo Chiara e la mia cagnolina si chiama Nachiko, fin da piccola ho sempre avuto la passione per gli animali, soprattutto per i cani. Grazie a lei ho deciso di accrescere la mia cultura cinofila, leggendo libri, partecipando a webinar e collaborando con centri cinofili ed associazioni. Spero con i miei articoli di potervi aiutare a sviluppare le vostre conoscenze sul mondo della cinofilia e degli animali.

Lascia un commento

Liguria.Today