www.mercomm.it/servizi
Moda sostenibile a Genova

Genova veste sostenibile: i luoghi dello shopping consapevole

Per le vie genovesi luoghi dedicati all’abbigliamento sostenibile offrono la possibilità di fare acquisti che fanno bene al pianeta e alle persone

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Progetto Quid (@progettoquid)

Sostenibile, green, eco, etica, slow, consapevole. Sono innumerevoli i termini utilizzati per definire la moda attenta al pianeta e ai lavoratori.

Si tratta di un filone del fashion che si pone l’obiettivo di trasformare il comparto dell’abbigliamento i cui effetti negativi ledono il pianeta e le persone.

Secondo i dati l’industria tessile è la seconda più inquinante a livello globale. I materiali utilizzati dalle catene del fast fashion sono chimici e tossici. Questo non solo porta ad aumentare l’inquinamento globale ma crea problematiche per la nostra pelle.

Altra grande criticità riguarda le condizioni a cui sono soggetti i lavoratori. Nelle fatiscenti fabbriche di noti brand del fashion, delocalizzate in paesi in via di sviluppo, i turni di lavoro sono estenuanti e i salari bassissimi. 

La moda sostenibile diventa quindi sempre di più percorso da seguire con urgenza.

E Genova non manca all’appello. Per le vie genovesi sono sparsi luoghi dello shopping consapevole. Punti vendita dove è possibile acquistare capi realizzati con materiali a basso impatto ambientale e nel rispetto dei diritti dei lavoratori. 

LEGGI ANCHE > Armocromia: Irene Grisolia porta colore e stile in Liguria

Le vie genovesi dello shopping sostenibile: una mappatura dei negozi della moda eco

LEGGI ANCHE > L’influencer genovese Benedetta Dragoni: il lato modaiolo della Superba

Domandarsi prima di comprare un capo chi davvero l’ha fatto e il materiale con cui è stato realizzato è davvero importante.

É fondamentale per essere più consapevoli dei propri acquisti e rendersi conto che comprare in negozi del fast fashion ha delle ripercussioni più grandi di quelle che si pensa. Ma esistono delle alternative.

E anche a Genova sono presenti negozi dove è possibile acquistare prodotti etici

Partendo dalla zona del Porto Antico presso la Bottega Solidale Altromercato si può vivere un’esperienza di shopping sostenibile. Oltre a prodotti alimentari, per la casa e per il corpo, qui è possibili acquistare capi green di svariati brand etici. La Bottega ha anche un altro punto vendita in via Galata

Rimanendo sempre nella zona centrale, a metà di via XX Settembre è presente il negozio di Progetto Quid, un marchio creato dalla veneta Anna Fiscale che da vita ad abiti dalle rimanenze di tessuto di noti brand.

A realizzare i capi sono donne in condizioni di fragilità. L’abbigliamento diventa così anche uno strumento di reinserimento lavorativo. 

In via Colombo e in via Luccoli, poi, vi sono i negozi dello Spaventapasseri che crea pezzi unici realizzati a mano con tessuti recuperati dalle rimanenze di grandi aziende.

Infine, nel cuore del centro storico, in vico dei Notari, è situato Paccotiglia, un concept store che offre prodotti di design e prodotti di moda slow. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Papillon Boutique (@papillon_boutique_genova)

E se amate il vintage sappiate che sono innumerevoli i negozi che offrono capi unici appartenenti a epoche passate.

Da Almanacco, situato in via in via dei Macelli di Soziglia, a Borotalco di Sannino’s, in via di Canneto il Lungo. In Vico Casana si trova Man and the city vintage e in via XXV Aprile Lipstick Vintage. Immancabile poi una puntata a Papillon Genova, in via San Vincenzo e a Betty Page, in via Luccoli. 

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info Virginia Grozio

Avatar photo
Classe 1990, giornalista pubblicista. Dopo il mio percorso di studi ho intrapreso la strada del giornalismo, collaborando con testate cartacee e online. Appassionata di moda e tematiche sociali, eclettica e piena di idee, da sempre credo nell'importanza di inseguire i propri sogni.

Lascia un commento

Liguria.Today