Seguici su google news
perizia Morandi

Il crollo del Morandi poteva essere evitato: depositata la perizia

Secondo i periti la causa principale del crollo del Morandi “è il fenomeno di corrosione a cui è stata soggetta la parte superiore del tirante Sud- lato Genova della pila 9”.

Nel documento, inerente alle cause del crollo del 14 agosto 2018, si legge: “Tale processo di corrosione è cominciato sin dai primi anni di vita del ponte ed è progredito senza arrestarsi fino al momento del crollo determinando una inaccettabile riduzione dell’area della sezione resistente dei trefoli che costituivano l’anima dei tiranti, elementi essenziali per la stabilità dell’opera“.

Inoltre, a determinare il crollo hanno inciso anche “i controlli e le manutenzioni che se fossero stati eseguiti correttamente, con elevata probabilità avrebbero impedito il verificarsi dell’evento“, scrivono i periti.

Un documento che non lascia spazio a molti dubbi: “La mancanza e/o l’inadeguatezza dei controlli e delle conseguenti azioni correttive costituiscono gli anelli deboli del sistema. Se essi, laddove mancanti, fossero stati eseguiti e, laddove eseguiti, lo fossero stati correttamente, avrebbero interrotto la catena causale e l’evento non si sarebbe verificato“.

Al momento sono 71 gli indagati per il crollo del ponte Morandi. Le accuse vanno dal disastro colposo all’omicidio colposo plurimo, al falso.

Il procuratore di Genova, Francesco Cozzi, sottolinea: “La perizia è un caposaldo dell’inchiesta. Questa è una prova, non una ipotesi della procura. È un gran lavoro dei periti, lavoro che è conforme alle risultanze che venivano dalle nostre consulenze tecniche su materiale raccolto dalla Gdf e le altre forze dell’ordine. Ora si tratta di collegare le risultanze delle perizie con i singoli comportamenti umani.

Egle Possetti, presidente del Comitato ricordo vittime, che nel crollo ha perso la sorella, il cognato e due nipoti commenta: “Nell’attesa di ricevere il testo, attenendoci a quanto emerso possiamo constatare che molte delle fantomatiche cause emerse in questi mesi siano state definitivamente tacitate, è molto triste ma finalmente chiaro avere conferma che tutto poteva essere evitato. I nostri cari sono stati uccisi, nessuno potrà far tornare indietro il tempo, possiamo solo continuare a lottare con fermezza e determinazione per la ricerca della verità.

E prosegue ringraziando i periti, la procura, gli inquirenti e il tribunale per il lavoro fatto per fare emergere la verità.

 

foto by il secolo xix.it
Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info La Redazione

La Redazione di Liguria.Today è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono Liguria.Today, il Vostro quotidiano online sulla Liguria.

Lascia un commento

Liguria.Today