Seguici su google news
Grillo aggredisce giornalista

M5S: Grillo ci ricasca e aggredisce un giornalista durante un’intervista

Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, ha aggredito Francesco Selvi, giornalista di Rete 4, durante un’intervista fuori programma.

E’ successo lunedì scorso a Marina di Bibbiona, nel Livornese.

Il cronista di “Dritto e Rovescio“, trasmissione condotta da Paolo Del Debbio, si è accorto della presenza di Grillo mentre stava realizzando un servizio per il programma televisivo all’interno di uno stabilimento balneare.

Si è presentato e ha iniziato a rivorgergli delle domande sulle prossime elezioni.

Il leader pentastellato, però, non ha gradito affatto. Beppe Grillo, dopo aver provato a rubargli il cellulare, ha iniziato a spintonarlo fino a farlo cadere dalla scala che collega lo stabilimento alla spiaggia.

La reazione violenta di Grillo è stata ripresa dal telefonino di Selvi.

A Selvi cinque giorni di prognosi

Il giornalista, subito dopo l’accaduto, è andato in ospedale dove gli sono stati riscontrati cinque giorni di prognosi per un trauma distorsivo al ginocchio.

Non è la prima volta che il fondatore del Movimento 5 Stelle reagisce violentemente nei confronti dei giornalisti.

Ricordiamo tutti i suoi continui attacchi, dai palchi delle varie piazze italiane, e le denigrazioni nei confronti di coloro che cercano con il loro lavoro di raccontare il panorama politico italiano.

Non sorprende ,quindi, che dalle aggressioni verbali sia arrivato a quelle fisiche.

Certo è, che in questo tempo di una campagna elettorale ormai agli sgoccioli, una reazione di questo tipo lancia un forte messaggio politico.

Un messaggio che dice in modo chiaro quanto il diritto di stampa e di informazione contino poco per il leader del M5S.

Viene dunque da chiedersi: se è vero che la mela non cade mai troppo lontano dall’albero, anche il resto del Movimento segue la dottrina “anti informazione” del suo mentore?

Senza voler fare di tutta un’erba un fascio, concediamo ai membri M5S il beneficio del dubbio.

Ma l’election day si avvicina e non sarà certo a colpi di spintoni che il Movimento si aggiudicherà la vittoria.

Soprattutto considerato che – ad oggi – il candidato da loro sostenuto in accordo con il Partito Democratico – Ferruccio Sansa – sembra correre questa campagna elettore completamente in solitaria.

Sebbene infatti da parte del PD, inizialmente reticente nella scelta di Sansa come candidato condiviso, sembri esserci una seppur minima azione di supporto, dai pentastellati ancora tutto tace.

Foto by: Il Foglio

Condividi su
Spazi pubblicitari Liguria.Today

Info D.Barabino

Avatar photo
Marketing Strategist per M&R Comunicazione, collaboro con la redazione del nostro progetto più bello.

2 Commenti

  1. Anche Mussolini ha cominciato così Ma poi perché dite che sansa è solo che oggi e’ venuto anche cacciari da Venezia?

Lascia un commento

Liguria.Today