Marta Vincenzi, 3 anni per l’alluvione del 2011

L’alluvione provocò la morte di sei persone

In primo e secondo grado l’ex sindaco di Genova Marta Vincenzi fu condannata a 5 anni per disastro, omicidio colposo plurimo e falso, ma la Cassazione aveva rinviato a un processo bis di secondo grado per ricalcolare le pene.

Oltre all’ex sindaco, hanno patteggiato anche l’ex assessore Francesco Scidone e Gianfranco Delponte (3 anni e 4 mesi), Pierpaolo Cha (2 anni e 4 mesi), Roberto Gabutti, ex coordinatore dei volontari di Protezione Civile, accusato di falso e calunnia (sei mesi). Ha rifiutato il patteggiamento Sandro Gambelli, dirigente comunale ed è stato condannato a due anni di condizionale.

Gli imputati coinvolti riguardano l’affidamento in prova ai servizi sociali richiedono così il carcere.

Secondo la Cassazione, il Comune era impreparato e “la macchina allestita – scritto scritto Ermellini – fu colposamente insufficiente e inefficiente”.

I familiari delle vittime hanno ricevuto i risarcimenti da parte del comune a febbraio dopo i mesi di trattativa con l’assicurazione e sono quindi usciti dal processo.

Foto by: Telenord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *